domenica 25 Luglio 2021
domenica, Luglio 25, 2021
spot_img

SAN BENIGNO CANAVESE – Renato Vecchia ha confessato l’omicidio della madre

Alla base del movente, ancora da chiarire, potrebbe esserci una motivazione legata al denaro

SAN BENIGNO CANAVESE – Ha confessato l’omicidio della madre, Ermanna Pedrini, 64 anni, uccisa a coltellate nella sua abitazione in via Ivrea a San Benigno Canavese.

Il figlio, Renato Vecchia, 44 anni, residente a Castellamonte, era stati fermato a casa di un amico a Pont Canavese e portato in caserma. Durante l’interrogatorio l’uomo ha confessato. Non è ancora chiaro il movente del gesto efferato, anche se, con ogni probabilità, è legato ad una richiesta di denaro rifiutata.

Nella cucina, la sera del 16 ottobre, è scoppiato un litigio tra madre e figlio e Renato Vecchia, afferrato un coltello, ha inferto diversi fendenti nel torace della donna.

Ermanna Pedrini, vedova da un anno, viveva da sola e lavorava come parrucchiera in casa.

L’autopsia del corpo della donna è stata affidata dalla Procura di Ivrea al medico legale Mario Apostol dell’Asl To4.

LEGGI ANCHE: SAN BENIGNO CANAVESE – Omicidio: fermato a Pont Canavese il figlio della donna accoltellata (FOTO E VIDEO)

SAN BENIGNO CANAVESE – Trovata donna accoltellata in casa

urbanlungo
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img