spot_img
martedì 21 Settembre 2021
martedì, Settembre 21, 2021

CASTELLAMONTE – Paolo Recco attacca il Sindaco Pasquale Mazza: “Un’amministrazione inaffidabile”

“Il Commissariamento non sarà un periodo da “peste bubbonica”, sarà un periodo di azioni mirate alle regole amministrative e sicuramente volte ad azioni di salvaguardia della nostra comunità”

CASTELLAMONTE – Riceviamo dal Consigliere di opposizione Paolo Recco, e pubblichiamo integralmente:

“Ieri sera è stata convocata la riunione dei Capigruppo consigliari, ci si aspettava di trovare il Sindaco visto il presunto attaccamento al bene dei cittadini, e invece il Sindaco non era presente, alla faccia della coerenza e alla faccia di tutti i cittadini castellamontesi.

Sbraitano, sui social, sulla stampa locale per presunte azioni complottistiche da parte dei gruppi di minoranza, ma la sintesi è del tutto diversa, si attaccano ai vetri ma scivoleranno drammaticamente.

Un sindaco che non è stato capace neanche di coagulare il proprio gruppo, non ha scusanti ne è responsabile principalmente.

“Un sindaco che invece di fare autocritica, assumendosi la responsabilità di questa situazione, nata nella maggioranza e morta nella maggioranza, gira i bar a fare dichiarazioni di squallido livello culturale e a piantare bandierine elettorali.

Un Sindaco che nei social, ma soprattutto nei bar ( istituzionalità, questa sconosciuta), cerca invano di screditare i componenti dei gruppi di minoranza, cercando di addossare le colpe della sua incapacità è soprattutto #diversamentesincero .

Un Sindaco che continua a chiedere collaborazione ai gruppi di minoranza, ma nelle tasche ha già i volantini elettorali è soprattutto #diversamentesincero .

Un Sindaco che abbaglia i cittadini con promesse personali senza chiedersi di cosa ha bisogno la Nostra Comunità è soprattutto #diversamentesincero.

Una Ex maggioranza con un sindaco inconsistente, impreparato e inaffidabile non poteva che finire così, …sarà dimenticato nell’oblio della politica canavesana.”

“Caro sindaco (nel senso di costo economico), è lei che dovrà spiegare ai cittadini come mai in tre anni ha smantellato il Centro Anziani, la Pro Loco, distrutto il Centro Urbano, reso le strade insicure e pericolose, le scuole che cadono a pezzi, un ambiente in perenne pericolo sanitario, una viabilità perennemente in affanno, un commercio in agonia, servizi culturali inesistenti, peggiorato l’immagine complessiva del nostro Comune.

Come dice il Sindaco “Spiegherò bene, passo per passo, cosa è capitato”, o addirittura “vuoterò il sacco” , bene la invito a venire in Consiglio Comunale a spiegarlo con parole sue (oppure se le faccia scrivere dai soliti), e possibilmente in un Consiglio aperto al pubblico.

Il Sindaco dice, che abbiamo perso dei soldi, quando si fanno certe affermazioni sarebbe cosa giusta spiegarne il motivo, la consistenza e le colpe, in quanto con i soldi pubblici non si scherza, indaghi e risponda ne va di mezzo l’onestà dell’amministrazione. Oppure comunichi tutto al Prefetto come ha scritto, tanto è una prassi comune per lei.

Una cosa le chiedo energicamente, la smetta di parlare a vanvera nei bar, è un sistema becero e sintomo di immaturità. Stiamo ancora aspettando di asfaltare le strade dopo tre anni, sentire da lei affermazioni del tipo “li asfalterò tutti” o “ userò anche il bazuca” è proprio infantile da parte sua.”

“Se si andrà al voto anticipatamente, una cosa è certa la colpa sarà assolutamente ed esclusivamente SUA, che non ha saputo ascoltare i malumori della sua ex maggioranza, non ha voluto accettare i consigli e le opinioni delle minoranze consigliari, non ha frapposto le necessità della nostra comunità al suo ego, non ha ascoltato ma ha solo sentito fastidiosi rumori, non ha guardato cittadini ma ha solo visto nemici, praticamente non è mai stato presente nelle necessità della comunità.

Diciamolo ai cittadini, diciamolo forte e chiaro, il bilancio che voleva approvare la ex-maggioranza, senza chiederci alcuna opinione nella redazione dello stesso, prevedeva che noi lo approvassimo a occhi chiusi, senza analisi e senza critiche.

Analizzare un bilancio che doveva essere approvato a Dicembre 2019, pubblicato a marzo 2020, e passato all’approvazione a maggio 2020, probabilmente aveva ed ha qualche problema. In cinque mesi non hanno voluto modificarlo, adeguarlo, discuterlo con la minoranza, ma poi a giugno in una settimana riescono a modificarlo (si fa per dire), il dubbio è accettabile …… sarà mica la paura di perdere il “cadreghino”?

Lasciamo stare il dubbio della seggiola attaccata al “fondoschiena”, ma poi trovarsi tra l’altro un totale di €. 5.000 di aiuti alle famiglie per acquisti informatici riferiti alla scuola, è disarmante. Trovarsi aiuti ai locali sfitti, ma nessun pensiero alle famiglie che hanno perso il lavoro e hanno difficoltà a pagare l’affitto, è umiliante. Però la chicca che nessuno si aspetta: veloce veloce, lesto lesto, in un buchino del bilancio si sono trovati i soldi per il “fine mandato del Sindaco” €. 5.000, coerente fino al fondo, anzi raschiano il fondo.

La minoranza ha fatto tutto quello che prescrive la normale azione critica delle minoranze consigliari, in questi tre anni ha criticato l’operato della maggioranza a volte aspramente ma sempre nel merito della questione, ha proposto azioni mirate e volte alla vita dei cittadini, interrogazioni, mozioni e nuovi regolamenti.

Poi a Maggio 2020, è un dato di fatto senza raccontare frottole, la ex maggioranza se la canta e se la suona autonomamente, diciamo fa tutto da sola, e diventa minoranza, democraticamente non è più in grado di amministrare la nostra comunità. Il Sindaco non ci sente non ne prende atto, l’unico modo democratico esistente per ricordarlo al Sindaco è presentare una Mozione di Sfiducia.

Questo è quello che è successo, nessun complotto, nessun acredine, il Sindaco ha fatto tutto da solo, sia chiaro e lampante.

Questo è successo il 28 Maggio 2020, ora la ex maggioranza pensa di fare un nuovo consiglio il 20 Maggio, ed un altro il 27 Maggio, non cambierà nulla ad oggi, sarà passato più di un mese (nuovo stipendio per il sindaco e assessori), ma la cittadinanza castellamontese avrà perso un mese di tempo per i capricci del Sindaco.

Sindaco Mazza, faccia un favore ai cittadini, si dimetta subito, non tergiversi ancora, così potrà iniziare la sua campagna elettorale, con le sue false promesse e le sue ignobili calunnie sottotraccia agli altri candidati.

L’incapacità dell’attuale sindaco, al di là delle presunte squadre di tifosi, è sotto gli occhi di tutti, inaffidabile ed incapace a gestire le normali azioni amministrative, che un comune dovrebbe possedere. Tre anni di inconsistenza amministrativa, di scarsa programmazione, di continue azioni da campagna elettorale, ha portato questo comune ad un’evitabile commissariamento amministrativo.

Commissariamento che non sarà un periodo da “peste bubbonica”, come fanno credere i bugiardi, ma sia chiaro, sarà un periodo di azioni mirate alle regole amministrative e sicuramente volte ad azioni di salvaguardia della nostra comunità, nel suo insieme, e senza l’assillo di mettere bandierine e fare promesse “ad personam”, come purtroppo sta facendo l’attuale sindaco.

Il Commissario, procederà velocemente all’approvazione del Bilancio così come se lo troverà (chiedete lumi al Sindaco), successivamente applicando le regole e le prescrizioni di legge potrà intervenire su benefit e aiuti mirati alle classi sociali più disagiate. Tutto questo nelle regole di legge senza interessi di parte e aiuti pre-elettorali.

Dispiace vedere che ci si vende per un bidone dell’immondizia, per un mazzo di fiori, per una mascherina, per un interesse personale, per il proprio orticello, è sconsolante vedere questo tifo da calcio. Questa cittadina potrà rinascere solo se gli interessi di comunità saranno frapposti agli interessi personali.”

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img