spot_img
domenica 17 Ottobre 2021
domenica, Ottobre 17, 2021
spot_img
spot_img

SAN BENIGNO CANAVESE – La consegna della spesa a casa, scalda i cuori dei volontari e dei cittadini

Il bilancio stilato, aggiornato a ieri, conta 575 consegne in 40 giorni

SAN BENIGNO CANAVESE – Prosegue l’attività del servizio di consegna della spesa attivato da un gruppo di associazioni: l’ Associazione Commercianti San Benigno Canavese; l’Associazione Sorriso Volontariato San Benigno; l’Associazione Amici di Fruttuaria e i Volontari giovani san benignesi.

[metaslider id=”187330″]

In 40 giorni di servizio, con 19 volontari impegnati, sono state effettuate 575 consegne, con una media di 15 al giorno.

“Nell’ultima settimana la media è scesa al di sotto delle 10 consegne probabilmente dalla prossima faremo solo 2/3 giorni alla settimana – dichiara Maria, Presidente dell’Associazione Commercianti – Sono soddisfatta del servizio e della collaborazione tra esercenti volontari e Croce Bianca e gratificata anche per i complimenti ricevuti da diversi cittadini che hanno usufruito del servizio.”

[metaslider id=”187333″]

“Dopo due mesi dall’inizio di questo servizio – aggiunge Marzia dell’Associazione Sorriso – possiamo dire che la sua valenza principale è stata di carattere sociale. La consegna quotidiana della spesa alla parte più delicata del nostro paese ha contribuito a consolidare lo spirito di comunità. L’impegno dei tanti volontari e commercianti è sempre stato apprezzato ed anche accolto da molti come un sollievo dalla propria condizione di isolamento. La più grande soddisfazione è stata certamente la riconoscenza che spesso abbiamo letto chiaramente negli occhi delle persone che abbiamo aiutato.”

[metaslider id=”187327″]

Debora, titolare di un Centro Estetico, afferma: “Il lockdown ha bloccato la mia attività commerciale che peraltro sarà tra le ultime ad aprire è così insieme a colleghi commercianti e concittadini mi sono adoperata come volontaria in questa impresa. Ritrovando il piacere di sentirmi utile e di poter fare due chiacchiere con gli anziani del nostro paese reclusi e protetti nelle loro case.. spesso siamo le uniche persone che vedono per giorni, spesso bisognose di due chiacchiere e di un monito d’incoraggiamento.. Andrà tutto bene!”

[metaslider id=”208380″]

“Sono Valentina, ho 30 anni, studentessa e impiegata. – Dichiara infine una volontari – Durante la quarantena ho avuto lunghi periodi di cassa integrazione e, per non lasciare spazio allo sconforto che inevitabilmente queste situazioni portano, ho deciso di rendermi utile unendomi ai volontari del mio paese. È un esperienza che arricchisce davvero molto, pur essendo volontariato veniamo spesso ripagati con tanta gratitudine, con un “per fortuna ci siete voi” e, soprattutto, con un sorriso nascosto dalle mascherine, ma che ben traspare dagli occhi di tutte le persone che usufruiscono del servizio di spesa a domicilio.”

[metaslider id=”610179″]

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img