mercoledì 2 Dicembre 2020

PIEMONTE – Nursind: “Per la fase 2, e oltre, occorre investire sulla figura infermieristica e nell’assistenza domiciliare”

“Le risorse e le competenze infermieristiche sono necessarie e fondamentali nella riorganizzazione che la nostra sanità dovrà per forza di cose impegnarsi ad attuare nell’immediato”

PIEMONTE – “Forse ancora non si è compreso bene di cosa c’è bisogno e di quali sono i reali bisogni di cura dei cittadini, nonostante questa emergenza li abbia portati completamente in evidenza. La fase due deve prevedere la presa in carico del paziente sul territorio e a domicilio, soprattutto per quel che riguarda le persone anziane, spesso accompagnate da malattie croniche.”

A dichiararlo è Francesco Coppolella, Nursind Piemonte, che aggiunge:

“Nel 2002 dati ISTAT, gli ultrasessantacinquenni in Piemonte erano 895.861, nel 2019 sono 1.112.742 su una popolazione di poco più di 4 milioni. L’indice di vecchiaia è passato da 175,8 a 205,9. Si stima che la popolazione anziana nei prossimi vent’anni sarà l’unica a crescere. Nei prossimi 20 anni ( IRES PIEMONTE ) gli ultra 65 aumenteranno del 16,9% mentre gli ultra 75 del 11,9 per un complessivo invecchiamento della popolazione vicino al 30%.

L’invecchiamento della popolazione e l’allungamento dell’aspettativa di vita – prosegue Coppolella – porta inevitabilmente a l’instaurarsi una o più patologie croniche nei soggetti anziani che rappresentano le nostre fragilità.
L’emergenza coronavirus ha dimostrato invece la fragilità del nostro sistema regionale nel rispondere a questo bisogno di cura, la necessità di una presa in carico totale del paziente.
Come abbiamo potuto vedere, presa in carico non vuol dire solo fare diagnosi e prescrivere terapie ma una cosa decisamente più complessa che necessita di risorse e competenze dando centralità al paziente. Abbiamo bisogno di potenziare l’assistenza domiciliare e quella delle residenzialità.”

“C’è bisogno di professionisti presenti e competenti – conclude Coppolella – in grado di valutare lo stato di salute e i bisogni della persona, facilitare i percorsi nei diversi servizi, erogare interventi assistenziali personalizzati alla persona, verificare e monitorare i risultati e i percorsi di continuità assistenziale tra sociale e sanitario, tra ospedale e territorio , residenziali e semi-residenziali e tanto altro ancora.

Le risorse e le competenze infermieristiche sono necessarie e fondamentali nella riorganizzazione che la nostra sanità dovrà per forza di cose impegnarsi ad attuare nell’immediato. L’emergenza l’ha reso visibile.
Non è possibile e concepibile che si debba servire del pronto soccorso o di un letto ospedaliero per fare cose che si possono fare a casa o nelle Rsa, prima , meglio e bene monitorando il percorso e gli esiti.
Ci renderemo subito disponibili per fare avere il nostro contributo alle istituzioni attraverso un documento che contenga proposte concrete e costruttive.”

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

CORONAVIRUS – Dai dati della serata di lunedì 30 novembre, sono in calo i casi positivi

CORONAVIRUS – In calo i contagi. I bollettini della serata di ieri, lunedì 30 novembre, riportano 1185 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19...

PIEMONTE – Asl: gare truccate, frode e corruzione; coinvolta anche l’Asl To4 (VIDEO)

PIEMONTE – C'è anche l'Asl To4 nel mirino della Procura della Repubblica, per gare truccate, frodi nelle pubbliche forniture e corruzione. L'operazione della Guardia di...

CORONAVIRUS – Oggi in Piemonte 2.021 nuovi casi; 74 in Canavese

CORONAVIRUS - L’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.021 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari al 14,3%...

CORONAVIRUS – I bollettini di oggi, sabato 28 ottobre

CORONAVIRUS – Oggi, sabato 28 ottobre, sono stati registrati in Piemonte 2.157 casi positivi (contro i 3149 casi di ieri), con 18.434 tamponi fatti...

PIEMONTE – Le misure da rispettare con l’ingresso in arancione

PIEMONTE - Con l'ingresso nella zona arancione, cambiano le misure per il Piemonte. Spostamenti: Dalle 5 alle 22 è consentito spostarsi esclusivamente all’interno del proprio Comune...

Ultime News

CORONAVIRUS – I bollettini di oggi, lunedì 1 dicembre

CORONAVIRUS – Oggi in Canavese sono stati registrati 22 casi positivi, ed un totale attuale di 5814 casi positivi. (Qui i dati comune per...

VENARIA REALE – La situazione coronavirus nell’RSA “Piccola Reggia”

VENARIA REALE - Nella seduta dei capigruppo di maggioranza e opposizione del 30 novembre , sentiti i Consiglieri presenti, è stato deciso di convocare...

FAVRIA – Paese in lutto per la scomparsa di Domenico Tarizzo

FAVRIA - Paese in lutto per la scomparsa di Domenico Tarizzo, classe 1924. Suocero dell'ex Sindaco Giorgio Cortese, Tarizzo fu Assessore all’Assistenza per il Comune...

CUORGNÈ – Variazione di bilancio con interventi significativi

CUORGNÈ - Nel corso dell’ultimo consiglio Comunale tenutosi in modalità online e diffuso attraverso il sito del Comune, sono state apportate alcune significative variazioni...

GROSSO CANAVESE – Al via i lavori per la rotatoria tra la Sp.22 e la Sp.22 dir01

GROSSO CANAVESE - La Sp.22 “del Colle Forcola” costituisce uno degli assi viari rilevanti nel Canavese, collegando Ciriè, Grosso e Corio. Al km 5+600,...