domenica 18 Aprile 2021

PIEMONTE – Le nuove misure restrittive, spiegate dal Presidente Cirio (VIDEO)

“L'ordinanza del Piemonte non va in contrasto con quella del Governo”

PIEMONTE – Il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, in collegamento Fb nella serata di ieri, ha illustrato le ultime misure emanate da Regione e Governo.

Cirio ha specificato la stretta sugli spostamenti verso le seconde case (vietati); sull’andare a fare la spesa, ossia uno per famiglia, a meno che non si abbia qualcuno (esempio bambini) che non si può lasciare a casa da solo.

Stretta sui mercati, con i Sindaci che devono garantire l’afflusso anche tramite transenne (il Comune di Torino ha deciso di sospenderli tutti).

Nessuna chiusura dei supermercati la domenica, in modo da poter spalmare la possibilità di fare la spesa su più giorni.

Si raccomanda di misurare la temperatura alle persone presso i supermercati e le farmacie: “Non si può mettere come obbligo – ha spiegato Cirio – perchè capiamo che è difficile da gestire. Magari manderemo dei volontari di Protezione Civile in aiuto.”

Il divieto di consumare di fronte i distributori automatici per evitare assembramenti; chiudere i bar nelle stazioni (lasciare aperti solo quelli sulle autostrade); sospendere le attività degli uffici pubblici (tranne per ciò che è ritenuto essenziale, ancora da valutare con il Prefetto); sport e passeggiate del cane sotto casa. Studi Professionali chiusi tranne per le attività indifferibili o con scadenze urgenti.

“Il Governo – ha detto Cirio – ha emanato un decreto per fermare le produzioni non essenziali. Ovvio che non si possa fermare tutto, altrimenti non avremmo più approvvigionamenti. Inoltre la ripartenza, che comunque andrà fatta con l’aiuto dello Stato, sarebbe molto più complicata. Insomma ridurre l’attività del Paese senza spegnerla:”

Leggi anche...

spot_img