giovedì 28 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
spot_img

TORINO – Identificato e arrestato da Carabinieri e Polizia, l’automobilista che ha investito il RiderGlovo

Individuata l'auto, il 48enne si è sentito braccato e si è costituito

TORINO – Oggi, lunedì 23 dicembre, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Torino Mirafiori e gli agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale di Torino hanno tratto in arresto un 48enne, italiano, sprovvisto di patente perché revocata e già noto alle forze di polizia per reati in materia di stupefacenti e contro la persona, quale responsabile del grave investimento di un rider operante per conto di Glovo nel capoluogo di regione.

[metaslider id=”187330″]

I fatti oggetto di contestazione sono avvenuti nella serata del 19 dicembre scorso: in via San Donato, nelle vie trafficate per il periodo natalizio, il conducente di una Lancia Y di colore blu investe un “glover” in bicicletta, omettendo di prestare soccorso e dandosi alla fuga. La vittima rimarrà sul selciato pochi minuti prima dell’arrivo dell’ambulanza del 118 ed il successivo ricovero presso l’ospedale CTO in prognosi riservata.

[metaslider id=”209484″]

Immediati gli accertamenti degli uomini della Polizia Municipale che, partendo dalle testimonianze di alcuni passanti, sono risaliti ad una targa parziale dell’investitore, raccogliendo anche preziosi frammenti di un fanale infrantosi nell’impatto. Ma la svolta è arrivata soltanto sabato sera, a seguito delle anonime delazioni telefoniche rese alla Centrale Operativa dei Carabinieri: all’orecchio dell’operatore vengono riferite circostanze vaghe, ma utili per coordinare nuove e più incisive indagini, nell’ambito delle quali viene individuata con certezza l’identità del presunto conducente del veicolo. I Carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori e gli agenti del Reparto Radiomobile della Polizia Municipale hanno quindi unito gli sforzi effettuando ricerche presso numerose carrozzerie ed individuando, dopo alcuni giorni, la citata Lancia Y parcheggiata su pubblica via ricadente nel comune di Grugliasco e danneggiata in punti compatibili con i frammenti rinvenuti sul luogo del sinistro.

[metaslider id=”187333″]

Sentitosi braccato, il 48enne ha quindi deciso di presentarsi presso la Squadra Volanti della Questura di Torino ove, dopo aver reso frammentarie spontanee dichiarazioni, si è capito che si riferiva al grave incidente stradale.

Ultimate le formalità di rito, l’uomo è stato quindi dichiarato in arresto e posto agli arresti domiciliari come così disposto dalla Procura della Repubblica di Torino, in attesa di essere giudicato per lesioni personali stradali gravissime, fuga ed omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale.

LEGGI QUI L’ARTICOLO DEL FATTO ACCADUTO

[metaslider id=”187327″]

[metaslider id=”208380″]

[metaslider id=”187336″]

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img