VALPRATO SOANA – Venerdì scorso si è tenuto a Valprato Soana un importante incontro dedicato a tutti i Comuni confinanti con la Val d’Aosta, per discutere sul “Fondo per le aree territoriali svantaggiate confinanti con le Regioni a statuto speciale”.

A seguito infatti della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana di lunedì 31 dicembre 2018 n.62/L è stato ripristinato il Fondo nazionale che interessa diversi Comuni delle nostre vallate Piemontesi: sono quindi accorsi presso il Municipio di Valprato, luogo dove si è svolta la prima parte dell’incontro, Sindaci ed Amministratori della Val Soana, della Valle Orco, della Valchiusella e dei Comuni di Montagna in generale, tra cui per esempio Carema e Quincinetto. In particolare hanno partecipato all’incontro i rappresentanti di ASSCO (Associazione Sostegno Comune), il Deputato della Repubblica Italiana On. Alessandro Giglio Vigna e il Senatore Cesare Pianasso.

Queste le parole di presentazione del padrone di casa, il Sindaco Francesco Bozzato: “Il ritorno nella programmazione economica nazionale di questa misura, fortemente voluto dalle realtà che come Valprato Soana, pur condividendo con i confinanti territori delle regioni autonome le difficoltà caratterizzanti la montagna, non godono dei vantaggi economico-finanziari, è avvenuto grazie all’impegno congiunto a diversi livelli istituzionali. Al fine di definire le prossime azioni condivise sui nostri rispettivi territori e di sfruttare al meglio questa concreta occasione che concorre allo sviluppo locale sostenibile, è stato definito questo incontro tra i Sindaci e le Amministrazioni Comunali che beneficeranno di questa misura”.

Prosegue le dichiarazioni il Deputato Giglio Vigna: “Non è stato per niente facile portare avanti questo progetto, poiché la discussione della Finanziaria di fine anno è stata particolarmente difficile e tumultuosa, piena di colpi di scena. Tuttavia grazie a questa azione congiunta tra Camera e Senato siamo riusciti alla fine con l’amico Senatore Pianasso a mantenere l’emendamento che di fatto ha sbloccato dei Fondi che oramai da tanti anni erano finiti nell’oblio. Ciò servirà a tanti Comuni delle Nostre Valli, alle quali sono particolarmente legato, per combattere lo spopolamento e mantenere un livello adeguato di servizi ed infrastrutture utili anche allo sviluppo turistico. Durante l’incontro ci siamo confrontati con i Sindaci evidenziando anche la positiva azione del Governo di questi mesi verso i Comuni e il Territorio, tramite i fondi per la Montagna, la salvaguardia degli sportelli delle Poste con l’installazione dei bancomat, i contributi per la sicurezza strutturale, per la video sorveglianza e non ultimo lo sblocco del patto di stabilità”.

Chiude Andrea Cane, Responsabile enti locali della Lega e Consigliere Comunale di Ingria, che dalla scorsa estate ha seguito e sollecitato in prima persona l’iter di questo emendamento: ” Finalmente la Val Soana è stata al centro dell’attenzione in qualità di prima promotrice di consistenti contributi che porteranno nei prossimi anni nuovi servizi ed infrastrutture alle nostre vallate più svantaggiate, questo è un reale esempio di quando gli eletti del Territorio fanno la differenza! Da mesi ho infatti fortemente voluto interagire con i nostri rappresentanti in Parlamento affinché fosse portata avanti questa istanza giunta direttamente dai nostri enti locali, anche come risposta a chi in modo spesso ideologico sostiene che gli enti maggiori siano sempre più distaccati dalla Montagna e dai Piccoli Comuni in generale: ebbene penso che grazie a questo Governo e a questa nuova e giovane classe dirigente si sia finalmente invertita questa tendenza, che confido proseguirà presto verso un rinnovato progetto regionale che miri alla completa Autonomia del Nostro Piemonte”.

In allegato due foto dell’incontro iniziato presso il Municipio di Valprato Soana e conclusosi a cena presso la vicina Trattoria Alpina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here