domenica 17 Gennaio 2021

RIVAROLO CANAVESE – Canavesana: il Consigliere regionale Valetti interroga sugli interventi; giovedì incontro Class Action

Valetti: “Balocco non risponde sui tempi di messa in sicurezza della linea”

RIVAROLO CANAVESE – I pendolari sono sul piede di guerra per i continui disagi sulla ferrovia SFM1 che effettua il servizio Rivarolo-Torino-Chieri.

“Per questo abbiamo interrogato la Regione, in quanto proprietaria della linea ferroviaria, – dichiara Federico Valetti, Consigliere Regionale M5S Piemonte – tempi di risoluzione dei disservizi con l’adeguamento dei sistemi di sicurezza sulla tratta Rivarolo – Settimo Torinese.”

L’amministrazione regionale ha infatti affidato con una delibera del 2017 le opere di adeguamento a RFI, con uno stanziamento di circa 11 milioni di Euro.

“Completamente ignorata la domanda su tempi di realizzazione degli interventi sulla ferrovia. – Prosegue Valetti – Inaccettabile da parte dell’ente che ha affidato i lavori di messa in sicurezza della ferrovia e che dà un’idea di dove ricercare le responsabilità dei disagi che tuttora affliggono le migliaia di pendolari della ferrovia canavesana e chierese.”

I ritardi sulla SFM1 si ripercuotono infatti anche sulla tratta Torino – Chieri,  di competenza di Trenitalia ma appaltata a GTT, fatto che ha spinto i pendolari a valutare se avviare una class action contro i gestori del servizio. 

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“È inaccettabile – conclude Valetti – che a precisa domanda in Consiglio Regionale l’assessore competente si rifiuti di rispondere. Le istanze portate dall’interrogazione rappresentano le problematiche  di migliaia di cittadini che utilizzano giornalmente il servizio ferroviario per lavoro o per studio. Oltre a non gestire il problema nell’immediato, la giunta Chiamparino non si degna neppure di garantire i tempi di risoluzione dei disservizi.  Una responsabilità sul trasporto pubblico regionale spesso scaricata sui gestori del servizio ma che ha in realtà responsabilità nell’incapacità politica di gestirlo.”

E proprio giovedì 31 gennaio, alle 21, presso il Salone Don Manavello, in via Villafranca 5 a Bosconero, si terrà l’incontro per la Class Action contro Gtt.

[su_slider source=”media: 179291,179289,179288,179290″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...