PIEMONTE – Nel testo della Legge di bilancio approvato ieri al Senato è stato rifinanziato – grazie all’emendamento 574 presentato dal senatore della Lega Cesare Pianasso – il “Fondo per la valorizzazione e la promozione delle aree territoriali svantaggiate confinanti con le Regioni a statuto speciale”.

[rev_slider alias=”paonessa”]

La dotazione sarà di 15 milioni di euro per il 2019, di 16 milioni per il 2020 e di 20 milioni per il 2021, quindi con un netto aumento rispetto alle previsioni iniziali.

«Grazie alla collaborazione del Governo, siamo riusciti a modificare la norma che in passato privilegiava solamente i Comuni confinanti con il Trentino e il Friuli, estendendola a tutte le realtà confinanti con le Regioni a statuto speciale – commenta Pianasso – Si tratta di risorse importanti che potranno essere messe a disposizione di molti sindaci canavesani delle aree montane. A dispetto della propaganda orchestrata da molti giornali nazionali, il Governo Conte sta mantenendo gli impegni presi. Dalle parole ai fatti, nell’interesse dei cittadini».

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

I Comuni piemontesi che potranno beneficiare delle risorse previste dalla Legge di bilancio sono: Alagna Valsesia, Andorno Micca, Biella, Callabiana, Carema, Ceresole Reale, Graglia, Locana, Noasca, Piedicavallo, Pollone, Quincinetto, Rassa, Riva Valdobbia, Ronco Canavese, Sagliano Micca, Settimo Vittone, Sordevolo, Trausella, Traversella, Valprato Soana e Vico Canavese.

Il Senato ha approvato poi lo stanziamento di 400 milioni di euro per i Comuni al di sotto dei 20mila abitanti. Nello specifico, saranno assegnati 40mila euro alle realtà sino a duemila abitanti, 50mila euro per quelle tra due e cinquemila abitanti, 70mila euro tra i cinque e i diecimila abitanti e centomila per gli enti oltre i diecimila abitanti.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

«E’ una risposta concreta alle esigenze delle comunità e dei territori, per consentire nuovi investimenti e interventi di manutenzione su strade, scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale – spiega ancora il senatore – A questo stanziamento, si affianca l’innalzamento della soglia di spesa per affidamenti diretti a 150mila euro, permettendo così di velocizzare le pratiche per eseguire i lavori. In più, abbiamo previsto lo sblocco dell’avanzo di amministrazione dei Comuni virtuosi. Gli enti locali, le piccole realtà di provincia, per la Lega sono sempre in prima fila»

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here