AGLIÈ – Verrà inaugurata oggi, presso il Salone Polifunzionale, sabato 13 ottobre, alle 15, la nuova Biblioteca Civica e Scolastica di Agliè.

Quando nel 2014 l’attuale Amministrazione Comunale ha iniziato l’esercizio delle proprie funzioni, il Comune di Agliè era sprovvisto di una biblioteca civica. Più precisamente il patrimonio bibliografico della biblioteca civica era stato salvaguardato da pregresse vicissitudini (tra cui il trasloco per mancanza di uno spazio adeguato) grazie all’impegno di cittadini volontari e amministratori, finendo per condividere gli ambienti destinati al Centro Anziani.

La doppia destinazione d’uso dello spazio, la perdita di una catalogazione completa e non digitalizzata, la mancanza di una programmazione di apertura al pubblico e l’assenza di strumentazione informatica per la gestione delle attività di prestito precludevano la possibilità ai cittadini di fruire del servizio bibliotecario.

La sfida è risultata da subito stimolante: restituire al Paese il proprio patrimonio, meglio se arricchito di servizi e attività collaterali. L’impegno si è dispiegato su due fronti: l’individuazione e la messa in sicurezza di un luogo deputato e la costruzione di una collaborazione con la Scuola e il territorio per il coinvolgimento sul progetto, unitamente alla ricerca di bandi e risorse per sostenere l’iniziativa.

nfimpiantibanner
coferbanner

Dal 2014 ad oggi è stato individuato come luogo di destinazione d’uso della nuova biblioteca l’ex appartamento dei custodi, all’interno dell’edificio scolastico (di proprietà del Comune) e utilizzato dalle classi della Scuola Primaria facenti parte della Direzione Didattica di Castellamonte, oggi Istituto Comprensivo. Insieme a importanti interventi edilizi per

ristrutturare, mettere a norma e migliorare l’edificio scolastico è stato fatto un significativo intervento di consolidamento strutturale degli ambienti destinati alla biblioteca, che oggi si presta alla doppia funzione di biblioteca civica e di biblioteca scolastica, avendo due distinti accessi (uno all’interno della scuola e uno indipendente).

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

Parallelamente dal 2014 sono state organizzate attività di  autofinanziamento e sensibilizzazione sul progetto, con il coinvolgimento e la vivace partecipazione delle scuole: acquisto da parte del Comune di libri nuovi per bambini e ragazzi (in dotazione alle scuole, con l’impegno di destinarli alla biblioteca, per una spesa complessiva dal 2014 ad oggi di € 3000,00), mercatini per la vendita di libri usati, rassegne di spettacoli teatrali per bambini, partecipazione a eventi

connessi alla lettura e ai libri in sinergia con la Direzione Didattica (Nati per Leggere, #ioleggoperchè, Libriamoci, presentazioni di libri con l’autore, attività didattiche previste dal Progetto Diderot di Fondazione CRT) e laboratori finanziati dal Comune (4000,00 € per anno scolastico, dal 2015) per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado (teatro, scrittura creativa, laboratori artistici).

A maggio del 2016, mentre fervevano lavori strutturali e attività culturali, il MIUR ha pubblicato il bando Biblioteche scolastiche innovative: la tecnologia entra a scuola in sinergia con il mondo editoriale e letterario, che prevedeva lo stanziamento di 5 milioni di euro per la realizzazione di biblioteche scolastiche più moderne e con spazi di consultazione e formazione innovativi, aperti al territorio, anche fuori dall’orario scolastico, fruibili dalle studentesse e dagli studenti, dalle famiglie e dalla cittadinanza, per la promozione della lettura e dell’educazione all’informazione, anche attraverso il prestito dei testi in formato digitale.

La Scuola Primaria “Principe Tomaso di Savoia Duca di Genova”, plesso della Direzione Didattica “Amedeo Cognengo di Castellamonte”, sotto la direzione del Dirigente Scolastico dottor Federico Morgando, ha partecipato a tale bando rientrando in fase di selezione in graduatoria in posizione utile per usufruire dei contributi previsti dal bando stesso, al progetto ha partecipato l’Amministrazione, con un cofinanziamento di 25.000€ (corrispondente a parte dei costi per gli

interventi strutturali) e la Scuola Primaria, capofila del progetto ha così raggiunto un importante traguardo: 116esima posizione in graduatoria, tra i primi 500 progetti finanziati, prima scuola della Città Metropolitana di Torino (28 in tutto il Piemonte) e uno stanziamento di 20.000€ da destinare alla strumentazione digitale.

Grazie a questo finanziamento sono stati acquistati 4 computer, 5 LIM (una per ogni aula della Scuola Primaria), 1 videoproiettore, 5 kindle, 5 tablet, 1 macchina fotografica digitale, una videocamera, un impianto audio portatile e accessori (cuffie, cavalletti, box di sicurezza), il tutto destinato alla dotazione della biblioteca (ad eccezione delle LIM che saranno invece utilizzate come importante strumento didattico innovativo per gli insegnanti e gli studenti della scuola primaria).

Il Comune ha provveduto all’acquisto di tutti gli arredi della biblioteca (scaffali, tavoli, sedie, per un valore di 15.000€), mentre uno sponsor privato ha completato le forniture dell’aula laboratorio (tavoli modulari e sedie).

Il Sistema Bibliotecario di Ivrea ha catalogato ex novo tutti i libri, integrando con altro materiale editoriale e digitalizzando su piattaforma ERASMO tutto il nostro patrimonio, che entra ufficialmente a far parte del circuito (75 biblioteche, 800.000 titoli su catalogo online).

Un nutrito gruppo di volontari (cittadini, insegnanti e amministratori) si è reso disponibile a seguire la formazione erogata dal Sistema Bibliotecario di Ivrea per apprendere il corretto uso del software, necessario alle attività di prestito, garantendo così la copertura degli orari di apertura al pubblico (martedì 19.00 – 21.00, giovedì 16.30 – 18.30, sabato 9.00 – 12.00), mentre in orario scolastico la biblioteca sarà ad accesso esclusivo delle scuole, sia primaria che secondaria di primo grado, facenti parte dell’Istituto Comprensivo di Castellamonte.

Nel frattempo non si smette di costruire per creare contenuti, è sempre continuata la fattiva collaborazione con la Direzione Didattica, così ancora una volta il Comune (con un cofinanziamento di 7000,00 €) e la Scuola Primaria hanno partecipato e vinto un bando promosso da Fondazione CRT, con un progetto intitolato “Bibliotechiamo: conoscere,

creare per crescere insieme”, ottenendo un finanziamento di 7000,00 € per progetti destinati agli studenti per le attività connesse alla biblioteca.

Dalla Direzione Didattica è stato inoltre attivato un corso di aggiornamento di 22 ore per fornire ai docenti strumenti e spunti per il migliore utilizzo delle biblioteche innovative.

Il valore di questo percorso è stato apprezzato anche fuori regione, così il Centro Alberto Manzi (Regione Emilia Romagna) ha scelto di sostenerci mettendo gratuitamente a disposizione per due mesi il materiale per l’inaugurazione della Biblioteca e a seguire fruibile dagli studenti delle scuole di Agliè.

Il consigliere Claudia Scavarda, che ha curato passo dopo passo il progetto, sempre sostenuta e appoggiata da tutta l’Amministrazione Comunale, dichiara: “La nostra Biblioteca dovrà essere un centro di documentazione e alfabetizzazione informativa, inclusivo, aperto al territorio circostante, nel quale moltiplicare le occasioni per favorire esperienze di scrittura e di lettura, anche con l’ausilio delle tecnologie e del web. Adesso tutto è pronto, la Biblioteca Civica e Scolastica di Agliè sarà inaugurata e scopriremo il 13 ottobre quale nome si è scelto di assegnarle. Si tratta di un grande traguardo, non di un punto di arrivo: l’auspicio è che questo risultato rappresenti il trampolino di nuovi progetti, idee, sogni”.

“Il traguardo che stiamo per raggiungere – aggiunge il Sindaco Marco Succio – oltre a rimettere in piedi un importante servizio per i cittadini alladiesi e soprattutto per gli alunni delle Scuole Primaria e Secondaria di primo grado, è per me motivo di grande orgoglio anche per il percorso multisettoriale che ha visto in campo una sinergia senza precedenti in un progetto di così ampio respiro che è durato ben 4 anni e che ha portato ad un risultato al di sopra di ogni aspettativa.

Ringrazio pertanto tutti coloro che hanno collaborato, a partire dal mio Consigliere delegato Claudia Scavarda, che ha coordinato tutte le attività insieme con il Dirigente Scolastico Dott. Federico Morgando, l’insegnante fiduciaria Antonella Masiero, il personale degli uffici comunali, gli Enti, le Fondazioni, i soggetti finanziatori a titolo privato ed infine tutti i volontari che hanno lavorato e lavoreranno per la gestione di questa nuova importante realtà”.

Conclude il Dirigente Dott. Morgando: “Questo progetto innovativo si è concluso brillantemente rispettando i tempi e i risultati previsti : una nuova biblioteca per la scuola e il territorio e la disponibilità di strumenti didattici di ultima generazione per i nostri studenti. E questo grazie al virtuoso impegno e la positiva sinergia tra la l’Istituzione Scolastica e il Comune di Agliè, un esempio da seguire.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here