Il populismo è una scorciatoia allettante, intriga e promette risultati immediati e sicuri. Un ex parlamentare nei giorni scorsi si è espresso in termini piuttosto populisti rispetto al Presidente della Repubblica. “Il Colle non tema governi e non si opponga agli italiani.” Che si trattasse di un invito garbato, o piuttosto di una velata minaccia, la sostanza non cambia, le istituzioni non devono interferire con la volontà popolare.

ilbere
coferbanner

 

Ma sappiamo che cos’è il populismo?

Malattia degenerativa della democrazia (il governo del popolo), il populismo è per sua natura ostile a qualsiasi procedura di tipo regolativo, si dice nemico delle élites, facendosi portavoce delle vere istanze popolari. Il populismo corre velocemente, ha fretta, non tollera mediazioni, filtri e regole, il suo obiettivo è quello di realizzare la volontà di un popolo che crede di rappresentare, anche se in realtà i populisti sono sempre la maggioranza di una minoranza.

Convinti di essere i depositari della volontà popolare i populisti spesso hanno creato sistemi tirannici e totalitari nei quali come avrebbe commentato Voltaire tutto è per il popolo, niente attraverso il popolo.

 

A questo va aggiunto un altro elemento ricorrente della retorica populista. Nella sua prima apparizione il premier incaricato si è dichiarato avvocato degli italiani e si è assunto il compito di difenderli in tutte le sedi. Il politico populista agisce sempre sulla base di principi elevati, è virtuoso, inflessibile e soprattutto giusto. Giustizia e moralità sono le qualità del leader populista che lo distinguono dai suoi avversari democratici. Se a un’osservazione superficiale giustizia e moralità appaiono come virtù, la loro mescolanza può risultare terribilmente pericolosa per la libertà di uno Stato, poiché una minoranza di giusti e incorruttibili si autolegittima al governo e perde quella che è invece una delle prerogative irrinunciabili di un politico democratico che è la modestia, perché come sosteneva Popper la democrazia non è il più perfetto dei sistemi politici, ma è l’unico che accetta di essere criticato.

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

Tritapepe
Pandolfini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.