SAN GIORGIO CANAVESE – I produttori saranno i protagonisti della 4° edizione del Mercato della Terra e della Biodiversità.

A ribadirlo, nel nostro viaggio alla scoperta dell’evento, è il Consigliere del Comune di San Giorgio Canavese, nonché Presidente dell’Associazione Piattella Canavesana di Cortereggio, Ivano Rean Conto.

“Il Mercato della Terra e della Biodiversità – spiega Rean Conto – sarà nel cuore del paese, in mezzo alla gente. Un mercato interattivo dove i produttori che interverranno già amano raccontare il loro lavoro e il loro prodotto. Crediamo davvero che i veri protagonisti siano i produttori. Sarà uno scambio di opinioni e pensieri sul prodotto autoctono e sul significato di questa parola. Un percorso animato tutto da vivere.”

L’Associazione Piattella Canavesana di Cortereggio si occupa di tutelare non soltanto il marchio, ma l’intera produzione e il seme.

La Piattella è un fagiolo bianco rampicante con granella di forma piatta tronco-reniforme di media pezzatura (peso mille semi gr 700 circa). Da sempre coltivato nel comune di San Giorgio Canavese è nella frazione di Cortereggio che trova la sua massima espressione grazie alla presenza di un terreno particolarmente sabbioso, dovuto probabilmente alla vicinanza con il torrente Orco.

Questo fagiolo era praticamente scomparso poi, grazie all’agronomo Mario Boggio, che negli anni Ottanta aveva depositato un quantitativo di semi nella Banca del Germoplasma, e grazie al lavoro dell’associazione, nel 2010 si è potuto riprenderne la produzione.

Al Mercato della Terra e della Biodiversità non ci sarà soltanto la Piattella, ma diverse eccellenze di produttori, legati o meno ai presidi, pronti a confrontarsi. Perchè il confronto serve per la crescita, ed è fondamentale in ogni ambito.

GUARDA L’INTERVISTA AL CONSIGLIERE IVANO REAN CONTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.