CASTELLAMONTE – Avevano detto al parroco, don Angelo Bianchi, che avrebbero dato solo una “piccola spianatina”, invece hanno iniziato una vera e propria opera con un forte rilievo dal punto di vista urbanistico-edilizio.

Sgomento il parroco che si è fidato del piccolo gruppo che gli aveva presentato l’idea di realizzare un campo da beach volley dietro la chiesa in frazione Muriaglio di Castellamonte.

Non si trattava infatti di una semplice “spianatina”, ma di un vero e proprio “cantiere”, senza aver presentato presso gli uffici comunali preposti, richieste autorizzative di alcun genere.

Siccome l’area è in pendenza, sono stati effettuati scavi e riporto per livellare un’area con estensione pari a 18×25 metri sulla quale sarebbe dovuto sorgere il campo da beach volley. È stato effettuato uno scavo pari ad un massimo di un metro e 70 di profondità e un riporto (con altezze variabili) per il massimo di un metro e 30 di altezza.

Advertising App ON 2

Prima di iniziare quest’opera, i responsabili non hanno verificato il potere edificatorio dell’area (come da piano regolatore) né hanno richiesto le dovute autorizzazioni al Comune, né ad altri eventuali enti di competenza: la chiesa, che risale al 1600, è un bene tutelato dai Beni Culturali, e potrebbe esserlo anche il terreno adiacente. Inoltre, secoli fa, nella zona a sud della chiesa sorgeva l’antico cimitero, cosa che potrebbe creare ulteriori vincoli.

Ora il Comune, che era all’oscuro di tutto, ha bloccato i lavori e iniziato le opportune verifiche. Forse l’opera (se non emergeranno ostacoli dal punto di vista edificatorio, di tutela o altro) potrà essere messa “in sanatoria”, ma sempre con le dovute richieste di autorizzazione, che sarebbero dovute essere presentate fin dall’inizio, perchè, ben vengano le iniziative, ma sempre nell’ambito della legalità.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100
Allianz 2 modifica jpeg

GUARDA LE FOTO

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100
Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here