VALPERGA – Piano comunale del colore, regolamento per l’incentivazione degli interventi di manutenzione e restauro delle facciate del centro storico: questi i temi al centro del Consiglio comunale di venerdì 12 maggio.

Assenti i consiglieri di minoranza di Impegno Civico Giuliano Arimondo e di Primavera a Valperga Davide Brunasso e Chiara Boggio che tramite una missiva annunciano ricorso alla prefettura per denunciare la condotta della maggioranza.

Advertising App ON 2

A leggere il testo redatto dalle opposizioni (esclusa Valperga in Movimento di Walter Sandretto, regolarmente in aula) il consigliere Brunasso che ha poi abbandonato la sala: “Il sindaco ha omesso le disposizioni previste dalle norme non dando seguito alla mozione, alle interrogazioni e alle 4 richieste di atti presentate dalle minoranze in data 6 aprile, perpetuando un atteggiamento autoritario e arrogante. L’art 43 comma 3 del decreto legislativo 267/ 2000 stabilisce che il sindaco deve rispondere alle istanze delle minoranza entro 30 giorni.

L’atteggiamento della maggioranza contrasta inoltre con il secondo comma l’artico 328 del codice penale che sancisce che un pubblico ufficiale che entro 30 giorni non compia l’atto del suo ufficio e non risponda per esporre le ragioni del ritardo è punito fino ad un anno di reclusione o con la multa fino a 1.032 euro. La condotta perseguita della maggioranza si configura con il reato di omissione di atti di ufficio. Senza indugio presenteremo denuncia alla prefettura di Torino e di Ivrea”.

Brunasso si alza ed esce così dall’aula mentre Francisca spiega ai presenti che, stando al regolamento, non è prevista la discussione di mozioni e interpellanze quando all’ordine del giorno del Consiglio vi sono questioni relative al bilancio e al piano regolatore.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100

Tornando ai punti in discussione nella serata, Francisca ha evidenziato la necessità di dare seguito alle azioni già intraprese dall’amministrazione per garantire maggiore decoro al paese puntando al recupero e alla valorizzazione del centro storico. Un progetto di ampio respiro che si intende realizzare con l’azione combinata di un nuovo piano del colore e di incentivi per stimolare i residenti del concentrico ad intervenire e restaurare le facciate delle proprie abitazioni. Incentivi che per il 2017 riguarderanno via Martiri della Libertà con i fondi che saranno approvati ed erogati con il bilancio 2018. Chi vorrà accedere ai contributi per l’anno in corso dovrà farne richiesta entro il 30 giugno. Anche per quanto riguarda il piano del colore e il nuovo regolamento per l’incentivazione delle opere di restauro degli edifici del centro storico, Brunasso e Arimondo annunciano che segnaleranno la delibera approvata all’autorità nazionale anticorruzione, in quanto ritengono l’atto viziato di illegittimità.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100

Da segnalare infine come l’azione di recupero dell’evasione tributaria messa in moto dall’amministrazione inizi a dare i primi risultati: l’assessore Ivo Chabod ha infatti spiegato che dei circa 167.000 euro iscritti alla voce contabile crediti di dubbia esigibilità, il 40% di questi è già stato riscosso grazie alle azioni intraprese.

GUARDA IL VIDEO

Banner_730x100
Original Marines
mafish orizzontale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here