mercoledì 3 Marzo 2021

IVREA – L’Area Pd Democratici sulle luminarie natalizie 2016

IVREA – Riceviamo dall’Area Pd Democratici di Ivrea circa la questione delle luminarie natalizie, e pubblichiamo integralmente:

“Leggiamo da articoli della stampa locale che l’annosa questione delle Luminarie Natalizie di Ivrea non è ancora stata risolta e la cosa oltre a stupirci ci amareggia. Leggiamo che l’Assessore Strobbia, svestiti i panni di Assessore al Commercio, sotto i panni invece di Assessore alle Manifestazioni, si continua a interfacciare con i commercianti senza cambiare alcun tipo di approccio.

Sono proprio queste le cose che allontanano i cittadini e i professionisti dalla politica ed è per questo che come parte del Partito Democratico di Ivrea che sostiene questa Amministrazione abbiamo deciso di scrivere in merito al Sindaco e al Segretario PD e che in modo trasparente lo condividiamo.

• Il comparto del Commercio è un comparto importante a maggior ragione in un periodo in cui è messo già a dura prova dalla crisi di quello produttivo. Lo è dal punto di vista occupazionale, perché nel nostro territorio i numeri degli occupati del commercio si avvicinano a quelli del comparto produttivo, quando non li superano, e lo è come presidio del territorio, in termini sociali e di sicurezza. Una città con le serrande abbassate e con solo centri commerciali è una città che ha meno sicurezza e meno relazioni umane che non siano solo improntate alla vendita fine a se stessa

• Per questo motivo chiediamo al Sindaco e alla Giunta di risolvere questa incredibile situazione, che non sarebbe mai dovuta essere neppure un problema: il Comune faccia da committente responsabile per installare le luminarie e in un bilancio di 36 milioni di euro si trovino le risorse per farlo se crede che il comparto del commercio sia importante e se è impressionato dalle troppe serrande abbassate

• Che il costo per il noleggio di nuove luminarie e il costo dell’installazione delle luminarie già di proprietà del Comune siano paragonabili non trova riscontro e ci chiediamo perché continui ad essere detto: l’installazione delle luminarie già di proprietà del Comune è all’incirca di 20.000 euro PER QUASI TUTTA LA CITTA’ dalla Chiesa del Sacro Cuore di Corso Torino fino a Via Cascinette mentre il costo per il noleggio di nuove luminarie è circa 20.000 euro MA SOLO PER IL CENTRO cittadino

• Nel 2013 poi c’era già un accordo sul tavolo, mai attuato, per cui con l’acquisto delle luminarie e l’ammonizzazione della spesa l’installazione (costo vivo circa 10.000 euro) si sarebbe inglobato nell’appalto della manutenzione cittadina che non ne avrebbe risentito dal momento che è di svariate centinaia di migliaia di euro Ma facciamo un po’ di storia e di ulteriore chiarezza.

Fino al 2010 il Comune spendeva per le luminarie natalizie circa 40.000 euro per il noleggio. Di contro i commercianti di tutte le vie si autotassavano per fare animazioni per famiglie e bambini durante tutto il periodo natalizio.

Nel 2011 per ammortizzare le spese di noleggio annuale la giunta decise di acquistare le luminarie con un soggetto classico che non risentisse delle mode e sarebbe stato installato dal Comune (all’interno dell’appalto globale di manutenzione) ogni anno in:

– Via Palestro
– Piazza Santa Marta
– Piazza Nazionale (Piazza di Citta’)
– Via Arduino
– Piazza Gioberti (Maretta)
– Corso Massimo d’Azeglio
– Via Cascinette (l’inizio)
– Via Circonvallazione
– Corso Nigra
– Porta Torino
– Corso Torino (fino alla Chiesa del Sacro Cuore)

Nell’acquisto, costato circa 90.000 euro, che si sarebbe quindi ammortizzato in due anni (visto il costo del noleggio annuale) era compresa anche l’installazione per i primi due anni, l’energia elettrica e i cordoni per addobbare gli alberi nelle piazze dei quartieri e di Piazza di Citta’.

Dal 2013 l’Assessore Strobbia ha deciso che quelle stesse luminarie di proprietà del Comune non avesse più senso utilizzarle adducendo a questioni di costo che come dimostrato non trovano tuttavia riscontro e nella sua funzione di Assessore alle Manifestazioni riporta al tavolo la stessa questione.

Ivrea merita che questioni di questo genere non debbano neppure diventare dei problemi.

Utilizziamo piuttosto le energie per risolvere i problemi che non sono di così semplice soluzione per continuare a un punto di riferimento per tutto il territorio.”

Leggi anche...