domenica 16 Maggio 2021
domenica, Maggio 16, 2021
spot_img

VALPERGA – Sandretto presenta “Valperga in Movimento”

VALPERGA – Dopo la rottura politica con Corrado Marocco, in seguito ai fatti accaduti nel corso del Consiglio comunale del 27 luglio scorso (quando ci fu l’inseguimento notturno fra le vie del paese), Walter Sandretto presenta la nuova compagine Valperga in Movimento.

“Non mi sono dimesso, continuo a lavorare per il paese”

“Voglio rassicurare i valperghesi che mi hanno sostenuto: non mi sono dimesso dal Consiglio Comunale ma mi sono distaccato da Impegno Civico, gruppo che non mi sentivo più di rappresentare dopo ciò che è accaduto nel consesso di luglio” ha esordito Sandretto nel corso della conferenza stampa di presentazione, martedì 6 ottobre.

“Marocco resta un amico, ma mai piu’ in politica con lui”

“Per quanto riguarda Corrado Marocco, nonostante tutto per me resta un amico che mi è stato sempre vicino e non potrò mai parlare male di lui, ma a livello politico io non farò più parte di Impegno Civico”

“Non faro’ da stampella alla maggioranza”

Ora Sandretto guarda alle mosse politiche da intraprendere in seno al suo nuovo gruppo: “Porteremo avanti il nostro compito di controllo delle azioni della maggioranza, lavorando per il bene del paese ma quando ci sarà qualcosa che non funziona non mancheremo di denunciarlo, senza urla e senza clamore. Sono stato accusato di fare da stampella alla maggioranza ma non è così altrimenti avrei già avuto la possibilità di intraprendere in passato questa strada.”

La telefonata “intercettata”

Ma prima di voltare pagina Sandretto vuole chiarire un fatto che lo sta riguardando in questo periodo, ovvero la diffusione tra la cittadinanza di una sua telefonata privata :“Stanno facendo circolare una mia registrazione telefonica con una persona di cui mi fidavo, nella quale parlavamo della situazione politica. Le mie affermazioni espresse nel corso della telefonata vengono fatte ascoltare in paese per denigrare il sottoscritto. Chiedo scusa se nel corso della conversazione ho mancato di rispetto nei confronti di qualcuno che si possa essere sentito offeso da qualche appellativo. Non si devono risentire per quello che ho detto in un momento di rabbia e confusione anche perché in passato sono uscite da altre bocche cose ben più pesanti delle mie affermazioni. I valperghesi sono liberi di scegliere il proprio candidato, non sarò io a dire di non votare il dottor Marocco”.

Il sogno di Sandretto

L’obiettivo a cui Sandretto sta lavorando assieme a Valperga in Movimento è “quello di creare un gruppo civico scevro da pregiudizi. Valperga è una realtà difficile in cui lavoro da anni e che è in grado di dare immense soddisfazioni e sono felice di adoperarmi per questo paese.”

Accoglienza ai profughi e il senso unico ai Valleri: le prime criticita’ evidenziate da Valperga in movimento

Fedele ai suoi intenti programmatici, Sandretto non ha mancato di evidenziare alcune criticità relative alle recenti decisioni politiche della Giunta, in primis l’instaurazione del senso unico ai Valleri: “Non si è ridotto il rischio di incidenti ma bensì si è aumentato”, per poi passare ad analizzare la questione dell’arrivo dei profughi alla Società Operaia ospitati dalla Mastropietro: “Il progetto prevedeva un centro anziani e delle sale per le associazioni ma questo ancora non si è visto. La prima cosa fatta è stata invece quella di ospitare i profughi, che per carità accogliamo ben volentieri, ma prima guardiamo al disagio che abbiamo in paese. Era una situazione da gestire in modo migliore”.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img