STRAMBINO – I Carabinieri di Strambino hanno notificato ad un 62 enne canavesano una ordinanza di custodia cautelare di ricovero in luogo di cura emessa dal Gip di Ivrea, che ha aggravato la precedente misura dell’obbligo di dimora a cui l’uomo era stato già sottoposto lo scorso luglio, in quanto ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di alcuni familiari.

[su_custom_gallery source=”media: 77634″ limit=”120″ link=”custom” width=”730″ height=”120″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

È stato proprio un sms inviato qualche giorno fa ad uno di loro che ha provocato l’aggravamento della misura poiché tra le prescrizioni impostegli vi era anche il divieto di comunicare con le parti offese. Ieri i carabinieri lo hanno accompagnato presso una casa di cura e custodia sita in Valle d’Aosta.

www.obiettivonews.it

[su_custom_gallery source=”media: 74507″ limit=”100″ link=”custom” width=”730″ height=”100″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

 

[su_custom_gallery source=”media: 77377″ limit=”100″ link=”custom” width=”730″ height=”100″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here