venerdì 7 Maggio 2021

CASTELLAMONTE – Mazza: “L’ascensore a scuola va installato!”

CASTELLAMONTE – Braccio di ferro in ambito scolastico tra il gruppo di minoranza composto da Giuliana Reano e Pasquale Mazza, e la maggioranza.

Lo scorso sabato 30 aprile si è svolta, presso la scuola elementare, un’assemblea con lamministrazione comunale richiesta dal dirigente scolastico, dal corpo docenti e dai genitori.

«Gli argomenti erano chiari e preannunciati, – ha raccontato Pasquale Mazza, durante una conferenza stampa – quindi il fatto di essere arrivati impreparati è grave: la costruzione di un ascensore e le manutenzioni ordinarie che non vengono eseguite con risposte lapidarie “non ci sono soldi”. Presenti il vice Sindaco Giovanni Maddio e l’Assessore Nella Falletti. Cosa è emerso?

La prima cosa gravissima è che il vicesindaco ha dato colpa ad altri (tecnici, ecc.) dimenticando che il bilancio non lo decidono i tecnici ma quasi esclusivamente lui, visto che lo illustra in Consiglio comunale. Entrando nello specifico, io ho proposto delle variazioni di bilancio per costruire subito l’ascensore, proposte che sono state respinte dalla maggioranza. In verità ho anche proposto di finanziare con mutui i lavori delle scuole, lasciando ad opere meno importanti per la città il finanziamento attraverso alienazioni di immobili, che non si sa se avverranno mai, anche questo bocciato. A fronte di un ordine del giorno ben definito non si arriva prendendo tempo ma con delle soluzioni chiare. La cosa grave è che per i loro contrasti e le loro lotte di potere pagano i cittadini e ci vanno di mezzo bambini e famiglie. Infine – ha proseguito Mazza – le piccole manutenzioni, piccole ma essenziali, sono sempre state fatte tramite appalti multiservizi, dove, all’occorrenza si chiama l’impresa che ha vinto l’appalto per poter riparare ad esempio il bagno piuttosto che sostiture un vetro rotto.. È inaccettabile che alla materna Giraudo da anni manchi la recinzione e che da mesi non si sia provveduto a riparare un bagno, basterebbero meno di cento euro. E si continua a rispondere che non ci sono i soldi. Si tratta di lavoriche potrebbero effettuare anche i tanti artigiani di Castellamonte che fino ad oggi hanno solo guardato i soliti noti effettuare lavori, che tristezza. Ma i soldi per iniziative che servono a poco vengono trovati.»

Mazza ha concluso la conferenza domandandosi che fine ha fatto il piano manutenzioni redatto dall’allora Assessore Baersano: «Dava fastidio, perché le cose fatte per la città ed i cittadini non vanno bene. L’ultima è una questione di buon senso, educazione e sensibilità che il vicesindaco Maddio evidentemente non ha: non si tratta di “un cavolo di ascensore” come ha detto durante l’assemblea, bensì di un “benedetto ascensore”, perchè ci sono famiglie che ne hanno necessità. A Castellamonte – ha concluso – sono tanti i bambini disabili e, come ha sottolineato il Dirigente Scolastico, a piano terra non ci sono più aule disponibili, ciò significa che se arrivassero ulteriori richieste di iscrizioni a scuola da parte di bambini disabili, il Dirigente sarebbe costretto a non accettarle, andando contro la legge. L’ascensore va immediatamente installato, così come vanno subito trovate soluzioni a tutti i problemi posti sabato durante l’assemblea.»

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img