spot_img
martedì 21 Settembre 2021
martedì, Settembre 21, 2021

CASTELLAMONTE – L’arte della “Bella Tavola” al Castello (FOTO)

CASTELLAMONTE – Cambia formula il Castello di Castellamonte.

Non più aperture sporadiche, ma un’apertura costante le ultime domeniche del mese da aprile a ottobre, arricchite da un laboratorio didattico intitolato “La Bella Tavola” che ha riscosso gran successo da parte del pubblico l’anno scorso.

«Nell’antico Castello – spiega Tomaso Ricardi di Netro – sono conservati gli oggetti appartenuti a tre generazioni dei Conti Ricardi di Netro, ognuna con gusti e culture differenti. Le tre signore che nei decenni a cavallo tra Otto e Novecento hanno marcato la famiglia hanno lasciato la propria impronta negli oggetti della tavola della famiglia. La raffinata e mondana Costanza, la timida e materna Elisa, e poi Emilia, altera e severa, hanno acquistato o commissionato oggetti seguendo ciascuna i propri gusti artistici e decorativi. Mentre altri oggetti li hanno ereditati dalle loro famiglie di provenienza. Colazioni, thè, pranzi vedono le signore di casa Ricardi presenti e protagoniste, in Italia e all’estero. Tutto questo si riflette direttamente nel loro modo di ricevere. Tutto è confluito in un unico racconto di oggetti e di storie: storie di singoli e di famiglia, di origini e di modi di essere, giunta a noi sedimentata e rielaborata attraverso il difficile Novecento. , tutto questo viene raccontato e prende forma nel laboratorio didattico durante il quale – interagendo con il pubblico- il padrone di casa spiegherà funzione, origine, storia e aneddoti dei singoli oggetti che compongono la Bella Tavola del Castello di Castellamonte. »

Pezzo dopo pezzo, partendo dal centro tavola, compariranno dalla tovaglia bianca, ponendo tutti i vari oggetti necessari fino al momento magico in cui tutto sarà pronto. Di ogni pezzo verrà raccontata la storia e il significato.

«La scelta degli oggetti, dal centro tavola, ai piatti, alle posate danno tono al pranzo e silenziosamente dicono qualcosa. Da un lato comunicano il modo in cui il padrone di casa presenta sé stesso agli ospiti; dall’altro esprimono che cosa pensa il padrone di casa dei suoi ospiti. La tavola quindi – conclude Ricardi – ha risvolti sociali, oltre ad esprimere i gusti artistici dei suoi proprietari.»

Per informazioni e prenotazioni (obbligatoria): 011.9183679.

GUARDA LE FOTO

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img