OZEGNA – Moltissimi partecipanti alla prima serata del ciclo di conferenze sull’astronomia, “Il cielo sopra di noi”, organizzato ad Ozegna dall’Associazione L’Gavason.

L’idea è nata prendendo spunto dal fatto che Fabrizia Guglielmetti, Astrofisica al Max Planck ozegna-cielo-sopra-noi-4Institute for Astophysic in Germania, è ozegnese.

Inizialmente, difatti, doveva essere organizzata una sola serata con Guglielmetti ospite, poi, la collaborazione con il Gruppo Astrofili Eporediesi “G.B.Beccaria” di Ivrea e con il Polo Astronomico di Alpette, ha permesso di aumentare gli appuntamenti creando un vero e proprio ciclo di conferenze.

Venerdì sera ha avuto come protagonista Giancarlo Truffa, laureato in fisica, appassionato di Storia dell’Astronomia (considerato uno dei maggiori esperti del settore a livello internazionale) e  la collaborazione del Gruppo Astrofili Eporediesi “G.B.Beccaria” di Ivrea, sul tema “Le comete tra Storia, Arte e Superstizione”.

Sabato 27 febbraio il secondo incontro “Guardare lontano: l’Universo al di là della nostra Galassia…”:  con la dottoressa Fabrizia Guglielmetti, ozegnese, con esperienze presso lo Space Telescope Science Institute (Batimore, Usa) , attualmente presso l’Istituto Max Planck (Garching, Germania)   e il professore Walter Ferreri, noto astronomo. La serata verrà condotta da Silvia Rosa-Brusin  giornalista scientifica RAI.

Infine, il terzo incontro, si terrà  sabato 12 marzo con una trasferta ad Alpette : Planetario e Osservatorio  per scrutare il cielo. Il programma prevede la partenza in pullman  alle ore 17.00 da Ozegna (piazza Umberto I, fronte Chiesa), ingresso al Planetario, cena in ristorante indi Osservatorio per “scrutare il cielo”. Il costo è di € 30= (sono compresi:viaggio, cena, ingresso al Planetario e Osservatorio). Per chi fosse interessato alla trasferta ad Alpette la prenotazione è obbligatoria ( posti limitati)  ai numeri 333-7368685 (Fabio), 0124-428562 (Fernanda, ore ufficio) entro e non oltre il 1° marzo 2016.

Un altro appuntamento è però previsto per maggio: l’incontro con i fratelli Carlo e Mauro Margaro, appassionati di astrofotografia.

GUARDA IL SERVIZIO

GUARDA LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here