mercoledì 12 Maggio 2021
spot_img

IVREA – CONSIGLIERI PD TRA RISPOSTE E STOCCATE

IVREA – Rispondono alle dichiarazioni che il Sindaco Carlo Della Pepa avrebbe rilasciato ad alcuni media, i Consiglieri Pd Elisabetta Ballurio, Fabrizio Dulla, Elisa Mulas e Paolo Bertolino.

“Abbiamo letto sui media la dichiarazione del Sindaco – affermano – per il quale o lo si lascia governare o si andrà al voto. I Consiglieri Comunali del Partito Democratico sono stati eletti dai Cittadini eporediesi anche per vigilare e spronare l’esecutivo affinché governi al meglio, ed è ciò che attivamente facciamo chiedendo che le Scuole e gli Uffici pubblici siano liberi dall’amianto; pretendendo che le risorse della Fondazione Guelpa vengano investite con oculatezza e auspicando che la politica, di qualunque partito si tratti, risponda per le proprie responsabilità per la recente liquidazione del CIC.
Lo facciamo a visto scoperto – proseguono – perché il Consiglio è un’Istituzione Pubblica della Città, con la quale abbiamo preso un preciso impegno che intendiamo onorare. A viso scoperto perché il Partito non è un club chiuso, ma un gruppo politico portatore dell’interesse dei Cittadini all’interno delle Istituzioni e non nel chiuso di stanze autoreferenziali (nella riunione del Direttivo PD, citato sui media, dei 40 membri eletti ne era presente meno di un quarto). Una discussione pubblica che deve preoccupare probabilmente più gli addetti ai lavori che non i Cittadini che così hanno invece il controllo sull’operato dei loro governanti, come peraltro sempre dovrebbe essere. La nostra azione non deve certo preoccupare il Sindaco a cui non abbiamo mai fatto mancare il nostro supporto e sostegno e a cui la nostra azione può essere solo di stimolo per verificare l’operato del proprio esecutivo.”

Nel comunicato che i Consiglieri Pd hanno inviato ai media, non poteva certo mancare una stoccata ai consiglieri  Tommaso Gilardini e Diego Borla:

“Per quanto riguarda poi i consiglieri di Forza Italia Gilardini e Borla, attuale Presidente della Commissione Lavoro, che fanno proclami per andare al voto, chiedendoci un sostegno per sfiduciare il Sindaco, ci permettiamo di dir loro che inizino ad applicarsi nel ruolo di Consiglieri Comunali, per il quale sono stati eletti dai Cittadini e per il quale ci sarebbe molto lavoro che potrebbero fare nel merito, e non lascino ad altri la responsabilità, come accaduto sul CIC, di affrontare e trovare soluzioni a problemi che coinvolgono lavoratori e famiglie. Mentre loro sceglievano la via demagogica e pilatesca del non voto, che se avesse vinto avrebbe decretato l’immediato fallimento CIC e la perdita di tutti i posti di lavoro, i Consiglieri PD votavano una delibera complessa per salvare l’occupazione e ponevano apertamente la questione delle responsabilità politiche, senza fare sconti neppure ai propri colleghi di partito, nel solo interesse della Città e dei lavoratori coinvolti. Se il loro unico interesse invece è quello di parlare di responsabilità e non dei posti di lavoro, – concludono i Consiglieri PD – dovrebbero allora ricordare anche che nei quattro anni di Giunta Cota, se avessero voluto, avrebbero potuto mettere mano e risolvere i problemi strutturali del CIC dai banchi del Governo della Regione, attore di rilievo per la partecipata Canavesana.”

[Best_Wordpress_Gallery id=”269″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img