CASTELLAMONTE – È arrivato anche al Sindaco di Castellamonte, Paolo Mascheroni, l’avviso di garanzia, a seguito dell’inchiesta della procura di Ivrea sugli appalti.

Proprio la scorsa settimana il procedimento era stato notificato al vicesindaco Giovanni Maddio, all’ex assessore Roberta Bersano, al capo ufficio tecnico e ad un imprenditore titolare di Castellamonte-conferenza-pattouna ditta di asfalti.

Le accuse che la Procura di Ivrea nei confronti di Mascheroni sono le stesse mosse nei confronti di Giovanni Maddio: turbativa d’asta e falso ideologico. Pare, infatti, che un appalto per la manutenzione stradale, la cui gara d’appalto è stata fatta dopo che i lavori erano stati eseguiti, sia servito per coprire spese mai comparse in chiaro.

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Ivrea, nella giornata di ieri, hanno fatto “visita” in municipio, sequestrando alcuni documenti. Pare infatti che le indagini non siano terminate qui. Secondo gli investigatori potrebbero esserci altri appalti sospetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here