MONTALENGHE -Il Comune di Montalenghe è entrato ufficialmente in possesso del lascito ereditario del defunto Leone Stragiotti.

Il signor Stragiotti, deceduto all’età di 89 anni il 17 giugno del 2013 a Sanremo, ha indicato il Comune come erede di parte del suo patrimonio. Al termine degli accertamenti, la somma montalenghe-comuneammonta a 875.500 euro in contanti. Il defunto ha  redatto diverse pagine di testamento, precisando  modalità e scopi secondo i quali l’Amministrazione dovrà utilizzare il denaro. E’ proprio per far collimare le volontà testamentarie con i vincoli burocratici ed amministrativi dell’apparato pubblico che gli amministratori, con l’ausilio di esperti e legali, hanno lavorato in questi due anni. Un lavoro eseguito di comune accordo con l’esecutrice testamentaria (al quale vanno i nostri ringraziamenti per la collaborazione prestata al Comune) ed il notaio incaricati di  tutelare i voleri del defunto.

Ora il Comune è a pieno titolo in possesso del lascito. Sarà compito dei futuri amministratori gestire al meglio tale importante somma, rispettando comunque e sempre i vincoli testamentari, che indicano opere e servizi in ambito sociale ed assistenziale, con interventi che spaziano dalla creazione di luoghi aggregativi rivolti a giovani ed anziani del paese, a strutture sanitarie per prestazioni ambulatoriali, a borse di studio per studenti e sovvenzioni ai pensionati non abbienti. Inoltre Stragiotti ha imposto che tali somme, sebbene gestite materialmente dall’Amministrazione, siano sottoposte al controllo di due commissioni. La prima costituita da un gruppo di privati cittadini ed amministratori che avrà il compito di esprimere pareri sulla congruità degli interventi con le volontà e di seguirne lo svolgimento, la seconda di soggetti pubblici che dovranno vigilare sul corretto utilizzo delle somme destinate al Comune.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here