LEINI’ – Lo avevano promesso prima l’Amministrazione Coral, poi i commissari. Ma l’intervento era sempre rimasto lettera morta.

La scorsa settimana, finalmente, sono partiti i lavori per realizzare il secondo ascensore montalettighe alla casa di riposo Capirone: «La struttura sarà lavori-al-capironerealizzata esternamente, sulla facciata nord della casa – dice l’assessore alle Opere Pubbliche, Valter Camagna – e sarà poi collegato con i locali interni. La spesa di questo intervento, che dovrebbe essere portato a termine entro fine maggio, sarà di circa 30mila euro. Una volta ultimato, sarà possibile realizzare gli altri lavori programmati per il Capirone».

Un intervento atteso da anni, decenni, come si diceva. E che tornava prepotentemente alla ribalta quando l’ascensore esistente, l’unico, andava in tilt per un qualche guasto, rendendo estremamente complicato il trasporto degli ospiti da un piano all’altro, e creando non poche preoccupazioni a livello di sicurezza. Preoccupazioni che potranno ora essere definitivamente superate.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here