IVREA – La Corte d’Appello di Torino, sezione Lavoro, con sentenza in data odierna (numero 354/2015), ribaltando il pronunciamento del Giudice del Lavoro del Tribunale di Ivrea,ospedale-ivrea

ha confermato integralmente la decisione dei vertici aziendali dell’ASL TO4 (assistita dagli avvocati Gamba, Carapelle e Durante) di licenziare per giusta causa il primario della struttura di Otorinolaringoiatria di Ivrea, dottor Valerio Di Fortunato.

Come ha rilevato la Corte, infatti, il medico, pur risultando continuativamente in servizio, di fatto si allontanava dal reparto per esercitare la libera professione, senza procedere alla timbratura del cartellino magnetico. Attestando, così, falsamente la propria presenza nel luogo di lavoro.

La Corte, altresì, ha condannato il dottor Di Fortunato a rimborsare all’ASL le spese legali di entrambi i gradi di giudizio.

Allo stesso è stato notificato che da domani non sarà più in servizio presso l’ASL TO4.

“Siamo soddisfatti dell’esito di questo procedimento giudiziario – riferisce il Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Flavio Boraso –, anche perché conferma la linea che l’Azienda si era data di doveroso rigore nei confronti di chi palesemente non ottempera ai regolamenti e alle norme, nel rispetto della stragrande maggioranza dei dipendenti che vi si attengono scrupolosamente. Con questa sentenza, in qualche maniera, sono valorizzati il comportamento onesto e leale e la morale retta della stragrande maggioranza dei dipendenti dell’Azienda”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here