IVREA – Ammonta a 2,2 milioni di euro l’impatto economico del Carnevale di Ivrea sul territorio: 130.000 presenze in nove giornate, 6.000 iscritti alla Battaglia e 6.000 quintali di arance lanciate.

I risultati dell’indagine realizzata dalla Fondazione Fitzcarraldo sugli impatti economici carnevale-ivrea (500 x 328)dell’edizione 2014 del Carnevale sono stati presentati oggi in Camera di Commercio.

Sono pari a 1 milione e 250 mila i costi per la realizzazione della manifestazione, di cui 900.000 coperti dalle sole iscrizioni degli aranceri, mentre i turisti spendono 953.000 euro, con affari per ristoranti e bar superiori ai 660 mila euro. Il Carnevale di Ivrea ha 40.000 fan sui social network e 12.000 visite giornaliere sul sito la settimana dell’evento.

“Per le nostre indagini sui ritorni dei grandi eventi – spiega Guido Bolatto, Segretario Generale della Camera di commercio di Torino – questa volta ci spostiamo in provincia, per analizzare una delle manifestazioni popolari più amate e partecipate, innanzitutto dagli stessi cittadini.

Se, in base alle interviste effettuate, il Carnevale Storico di Ivrea è nell’immaginario di tutti un evento di atmosfera, entusiasmante e originale, oggi dimostriamo che è anche un evento strategico dall’elevato valore aggiunto: sono infatti oltre 2,2 milioni i ritorni calcolati.

Una risorsa importante per il territorio, da valorizzare e far crescere, non solo come folklore, ma come appuntamento turistico di richiamo internazionale”.

“Lo Storico Carnevale di Ivrea è da sempre il patrimonio di identità e di coesione per la Città di Ivrea e per il suo territorio” ha ricordato il sindaco di Ivrea, Carlo Della Pepa. “In anni più recenti il Carnevale è stato individuato come un elemento cardine di attrazione di un turismo interessato alle tipicità dei luoghi e alle tradizioni, in modo da affiancare anche il turismo alle altre vocazioni su cui il Canavese sta lavorando per sostenere il proprio sviluppo economico e sociale”. “L’indagine – commenta Alberto Alma, Presidente della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea – ha tradotto in numeri e dati concreti la sensazione che da tempo abbiamo di una Festa Civica la cui attrattiva travalica i confini locali e anche nazionali. Un notevole volano economico del nostro

territorio.”

GUARDA IL SERVIZIO con le interviste a Barbara Bellardi (responsabile comunicazione della Fondazione del Carnevale), Matteo Pont (ideatore del manifesto del Carnevale) e Alberto Alma (Presidente della Fondazione)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here