CANOTTAGGIO – Circa 1400 atleti hanno partecipato alla tre giorni di canottaggio nazionale (campionato società e pararowing) che si è svolta sul lago di Candia.

Candia camp 1Tredici i tricolori da spartire, a iniziare dall’otto femminile, che ha visto trionfare il Saturnia (Michela De Pretis, Giorgia Lonzar, Giorgia Maltese, Giovanna Piccione, Alessia Ruggiu, Silvia Verrone, Rebecca Zolli, Martina Visintin, tim. Alice Gioia) su Gavirate e Moto Guzzi. E’ il CUS Pavia, trascinato dall’ex azzurro Jean Smerghetto (con lui il campione mondiale Coastal Rowing Giuseppe Alberti, Nicola Catenelli, Luca Del Prete e il timoniere Alessandro Girello), a imporsi nettamente nel quattro con su Varese e Speranza Candia campPra’. Splendida affermazione nel singolo femminile per Asja Maregotto. La portacolori del Padova stravince una quotatissima finale che ha visto piazzarsi in seconda posizione la plurimedagliata mondiale Elena Coletti delle Fiamme Gialle, con Giorgia Marzari, sorella dell’azzurra Gaia, medaglia di bronzo per la Lario.

Candia camp 2Nel doppio titolo italiano alla Tremezzina: Andrea Merzario e Stefano Morganti bruciano sul traguardo per la medaglia d’oro l’Armida e il Vittorino da Feltre, che si aggiudica più distanziato la medaglia di bronzo. Dopo il successo della Tremezzina è doppietta Gavirate nel quattro senza femminile e nel due senza. Prima Isabella Mondini, Arianna Bini, Anna Federici e Sophie Piva battono Lario ed Esperia, mentre successivamente Alexis Binda e Christian Biolcati si mettono l’oro al collo in una gara combattutissima per il completamento del podio, con tre equipaggi in meno di due secondi: argento al Cerea, bronzo al Saturnia a otto secondi e CUS Ferrara giù dal podio per appena nove decimi. Padovacanottaggio campione d’Italia nel doppio femminile: Giulia e Maria Cabassa lasciano la medaglia d’argento al Cernobbio e il bronzo all’Arolo.

Senza storie le finali per il singolo e il quattro senza. Matteo Romano della Timavo si conferma campione d’Italia di Società in una gara che vede protagonista anche il CLT Terni, capace di occupare i restanti due gradini del podio con Michele Mazzarini argento e Andrea Bolognini bronzo. Lario dominatrice nel quattro senza: Alessandro Adduci, Mattia Pizzetti e i gemelli Davide e Lorenzo Gerosa vincono il titolo con buon margine su VV.F. Tomei e Fiamme Gialle.

Le ultime quattro finali portano altrettante società alla doppietta di giornata. Nel quattro di coppia femminile il Padova fa il bis tricolore con Elisa Luisetto, Federica Menegatti, Denise Fasolato e Federica Molinaro su Gavirate e Fiamme Gialle. Giulia e Maria Cabassa dopo il successo nel doppio femminile regalano il secondo titolo italiano al Padovacanottaggio, stavolta nel due senza femminile, battendo ancora una volta il Cernobbio, mentre la medaglia di bronzo va all’Arno Pisa. Dopo il singolo, titolo nel quattro di coppia per la Timavo: Paride Centazzo, Samuele Centazzo, Leo Cernic e Arturo Maiello si vestono di tricolore battendo in una finale tiratissima Padova, secondo per appena quattro decimi, e Nazario Sauro. L’ammiraglia, l’otto, porta il secondo titolo italiano di giornata nella bacheca del CUS Pavia, che con Gianluca Santi, Iacopo Sala, Gian Luca Como, Roberto Caspani e il quintetto già campione d’Italia nel quattro con (Jean Smerghetto, Giuseppe Alberti, Luca Del Prete, Nicola Catenelli e il timoniere Alessandro Girello) vince su Ravenna ed Esperia, che sfila il bronzo al Gavirate per appena due decimi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here