[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”kuo83RbWLfo” tiny=”yes”]

NOVARA – Il segretario generale della Cisl Piemonte Orientale, Luca Caretti, esprime preoccupazioni per la decisione del Pentagono di lasciare “a terra” i nuovi F35 (gli stessi acquistati dall’ Italia) a seguito di un incendio verificatosi in un campo volo in Florida a uno degli aerei.

f35Attualmente nello stabilimento della Faco, nel novarese, lavorano circa 200 persone,  un’ottantina sono giovani diplomati del territorio, 80 provengono dagli Stati Uniti e altri 130 sono stati trasferiti dallo stabilimento Alenia di Caselle Torinese.  “La preoccupazione c’era e oggi non può che aumentare”, commenta Valeria Galli, sindaco di Cameri, il comune dove ha sede l’impianto Faco. “In attesa di conoscere i dettagli del libro bianco del governo sulla Difesa – aggiunge – la settimana prossima saremo in visita ufficiale all’aeroporto di Cameri: in quella sede cercheremo di avere informazioni chiare sulle conseguenze che questo incidente può avere sullo stabilimento. Bisognerà capire, a questo punto, qual è la quantità di investimenti e di risorse che saranno eventualmente messe in discussione, a fronte dell’enorme investimento che lo Stato Italiano ha già fatto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here