SANITA’ – È stato attivato da ieri, martedì 14 gennaio, in via sperimentale, lo Sportello Informativo Celiachia.

campo-di-granoL’obiettivo è rendere più efficaci le attività in corso e migliorare la comunicazione tra utenti e servizi di prevenzione, nell’ambito del progetto regionale 2012-2014 di potenziamento delle azioni rivolte ai soggetti affetti da celiachia.

La celiachia è una condizione sempre più diffusa di intolleranza al glutine e ai suoi derivati, con una prevalenza calcolata intorno all’1% della popolazione generale e una tendenza all’aumento: in Italia si stimano circa 600.000 casi, in Piemonte 44mila e nell’ASL TO4 5mila, dei quali circa un quinto effettivamente diagnosticati.

Nei casi diagnosticati, al momento attuale l’unica terapia possibile è l’esclusione totale e permanente del glutine, anche in tracce, dall’alimentazione. Poiché il glutine è una proteina contenuta in molti cereali (grano, orzo, farro, segale e altri), ma anche in moltissimi prodotti di libero consumo come ingrediente dichiarato o contaminante, è molto importante che tutti i soggetti interessati e coloro che manipolano gli alimenti conoscano bene l’argomento e siano in grado di preparare e consumare in sicurezza pasti senza glutine.

Il nuovo servizio, aperto tutti i martedì dalle 14 alle 16 al numero telefonico 011 8212365 oppure 011 8212363, è rivolto alla popolazione generale e agli operatori del settore alimentare, che possono ricevere risposta a quesiti e segnalazioni sull’argomento da parte di dietisti, medici e tecnici. Attraverso lo sportello è anche possibile fissare un appuntamento per situazioni più complesse o specifiche; in alternativa si può anche scrivere all’indirizzo di posta elettronica  nutrizione.chivasso@aslto4.piemonte.it.