IVREA – L’iscrizione della Città di Ivrea nella Lista propositiva italiana UNESCO, è il risultato del lavoro congiunto del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, del Comune di Ivrea e della Fondazione Adriano Olivetti.

olivetti«Con la candidatura a Sito Unesco, – dichiara Carlo Della Pepa, Sindaco di Ivrea – la città di Ivrea punta non solo a valorizzare e tutelare il suo straordinario patrimonio di cultura industriale e architettonico del XX secolo, ma soprattutto a valorizzare quello che a tutt’oggi è un esempio unico di sviluppo capace di armonizzare le esigenze industriali, sociali, politiche ed economiche di un territorio. Ivrea è la testimonianza viva di come si possano conciliare sviluppo economico e interscambio dei valori umani, e il progetto della candidatura può rappresentare per Ivrea l’inizio di una nuova stagione e la realizzazione di una nuova visione. Grazie alla candidatura Unesco, – conclude Della Pepa –  noi vorremmo che proprio dalla città di Ivrea ripartisse questo messaggio positivo, soprattutto perché oggi più che mai abbiamo il dovere di rimettere al centro la persona affinché si possano delineare gli orizzonti che guideranno le future generazioni.»

Laura Olivetti, Presidente della Fondazione Adriano Olivetti, aggiunge: «Quelle fabbriche, quelle architetture volute da Adriano Olivetti per la fabbrica e la comunità sono oggi candidate a sito UNESCO e quindi a patrimonio dell’umanità. Un lavoro che la Fondazione Adriano Olivetti ha intrapreso per Ivrea affinché gli eporediesi avessero un’occasione per poter ripensare il loro futuro. Attraverso le architetture – prosegue Laura Olivetti – abbiamo voluto candidare un’idea, un modo di fare impresa, una capacità di innovare, un modello di sviluppo culturale, sociale ed economico. Oggi la lezione imprenditoriale e l’eredità culturale, politica spirituale di questa esperienza è dell’Italia, come ha recentemente affermato, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione dell’inaugurazione dell’anno scolastico.»