domenica 21 Aprile 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

CALUSO – Un incontro su come uscire dai debiti; aiuto dalla Fondazione

Mattinata di confronto organizzata dal Cissac, in collaborazione con La Scialuppa della Fondazione CRT

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CALUSO – Martedì scorso, 5 marzo 2024, si è tenuto un incontro su come affrontare i debiti, dal titolo “Fare, gestire e in qualche caso cancellare i debiti”, organizzato dal Consorzio Cissac presso il Centro per le Famiglie di via Mattirolo 4 a Caluso.

C’è un approccio psicologico importante nell’affrontare il tema dell’indebitamento economico. Chi si trova in questa situazione spesso non sa con chi parlarne e come affrontare il problema. Occorre invece mettere insieme i pezzi che possono servire ad impostare correttamente i vari casi, uno diverso dagli altri. Perchè spesso le difficoltà economiche fanno perdere alle persone le funzioni cognitive.

L’incontro è stato moderato dall’educatore finanziario Antonio Cajelli ed ha partecipato la Fondazione CRT attraverso l’associazione La Scialuppa e con l’intervento di Francesca Grande.

Il volantino che la Scialuppa ha distribuito nella mattinata è davvero molto diretto. Recita: “Sei in un mare di guai” e davvero raffigura una scialuppa di salvataggio in un mare burrascoso.

Dunque un aiuto importante può arrivare dalla Fondazione che ha la possibilità di erogare fondi che diano garanzia alle banche a favore di i soggetti non più finanziabili sul mercato.
Possono essere famiglie in difficoltà economica, commercianti, piccole imprese, ditte individuali, che abbiano contratto debiti al di sopra delle loro possibilità. Il compito della fondazione è quello di non abbandonare le famiglie in difficoltà, che non sono più in grado di fare fronte agli impegni economici.
I debiti devono essere ufficiali: bollette, affitti, bolli auto, Imu, raccolta rifiuti e così via. Devono essere definiti non solo i debiti della singola persona ma anche dell’intera famiglia, per un importo totale di 35mila euro.
La Scialuppa procede a definire il debito e se possibile a proporre un finanziamento di minimo 5 e massimo 7 anni che sarà erogato dalle banche. Ad esempio un debito di 10mila euro può essere finanziato da Unicredit in 5 anni al tasso del 3,78 per una rata mensile di 183,17 euro.
Non sono previsti interventi per debito da dipendenza (gioco/alcool) nè per soggetti sotto usura.
 
Sono tante le persone e i nuclei famigliari che hanno partecipato agli incontri precedenti e ci sono anche associazioni ed enti che hanno chiesto di partecipare e di fare rete. E’ stato il caso della Caritas che intende poter formare dei propri volontari.
‭«Allo stesso modo – conclude Cajelli – cerchiamo associazioni e gruppi interessati a collaborare, verso i quali la mattinata è aperta, così come aspettiamo persone non necessariamente interessate in prima persona dal problema dell’indebitamento, ma che potrebbero essere utili a famigliari, amici o vicini.‭»
L’ultimo investimento da fare riguarda persone in difficoltà che possano un domani diventare “operatori pari”, persone che hanno affrontato e superato il problema e che possano mettersi a disposizione degli altri.

L’ultima parte della mattinata è stata dedicata ai punti di facilitazione digitale che tramite gli operatori del Consorzio, Silvia e Christian, potranno accompagnare i cittadini sul territorio nelle loro “pratiche digitali”: ottenimento spid, mail. pec, accesso a portali pubblici e così via.
E’ infatti stato ricordato che in caso di indebitamento è necessario avere a disposizione uno spid e che tutte le comunicazioni tra creditore e debitore devono avvenire tramite raccomandata o posta elettronica certificata. 

I punti di facilitazione digitale hanno un numero di telefono dedicato (345.4036906) per info e prenotazioni.

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img