sabato 13 Aprile 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

BORGARO – Rincari in vista per la bolletta della raccolta rifiuti

I rincari sono dovuti al piano finanziario redatto da Arera, e di cui il Comune è tenuto a prendere atto, che rispetto al 2022 fa segnare 150mila euro in più

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

BORGARO – Ritocco verso l’alto, sia per le utenze domestiche, sia per le non domestiche, per quanto riguarda la tariffa rifiuti 2023. Rincari dovuti al piano finanziario redatto da Arera, e di cui il Comune è tenuto a prendere atto, che rispetto al 2022 fa segnare 150mila euro in più. «Il che corrisponde ad un lieve aumento sulle bollette – ha spiegato l’Assessore al Bilancio, Federica Burdisso – Il 44 per cento di quella somma ricadrà sulle domestiche, il restante 56 sulle utenze non domestiche. Nel conto economico rientrano anche le riduzioni. Riduzioni che arrivano fino al 50 per cento per le attestazioni Isee inferiori ai 6mila euro, e al 30 per cento per quelle comprese tra i 6 e i 10mila euro».

E poi il Coripet. La “macchina mangia plastica” ubicata in piazzale Grande Torino: «Al momento sono 293 le utenze registrate – ha proseguito – Per i tre borgaresi più “ricicloni”, quelli cioè che usando quella macchia hanno superato gli 850 punti, è prevista l’esenzione totale della Tari: sulla bolletta troveranno solo i pochi euro del saldo dell’anno precedente. Chi ha raggiunto i 700 punti ha maturato una riduzione di 20 euro, e chi ha raggiunto quota 400 ha diritto ad uno sconto di 10 euro. Vale la pena ricordare che il recordman ha totalizzato più di 6600 punti, mentre il 293°, cioè l’ultimo in classifica, ha comunque superato quota 400. Un risultato davvero straordinario, che da un lato sottolinea la sensibilità green dei borgaresi, dall’altro il buon lavoro svolto dall’assessora Cescon, che ha creduto e portato avanti questo progetto».

Progetto che, visti gli esiti più che positivi, sarà raddoppiato, posizionando una seconda macchina nella zona ovest di Borgaro. E che ha incontrato anche il favore dell’opposizione: «Giusto puntare sulla premialità, come in questo caso, per migliorare la raccolta differenziata. Ma il nostro giudizio su questo piano è comunque negativo – ha commentato il consigliere Marco Latella – È un piano importante ma che ha delle criticità che non possono essere ignorate. Le nuove campane sono, a nostro avviso, sottodimensionate, mentre il vecchio sistema, quello con le gabbie, lascia insoddisfatti. Non è un caso che la percentuale di differenziata non ha mai raggiunto i risultati previsti. Uno dei tanti problemi è quello legato ai commercianti che, quando la sera abbassano la saracinesca, e devono smaltire i loro rifiuti, magari trovano già le campane colme, con tutte le difficoltà del caso. Una soluzione sarebbe quella di creare delle campane dedicate proprio a questo settore». Una possibilità che l’Amministrazione non ha escluso completamente, riservandosi la possibilità di verificarne l‘effettiva necessità.

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img