sabato 4 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

PONT CANAVESE – Frana in strada delle Rogge, emerse criticità (FOTO E VIDEO)

Resterà ancora chiusa fino a che non ci saranno le condizioni di percorribilità in totale sicurezza

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

PONT CANAVESE – Resta chiusa strada delle Rogge dove, lo scorso 6 dicembre 2022, si è verificata una frana di elevata intensità. Alcuni massi hanno infatti sfondato il tetto della Chiesa, mentre altri si sono adagiati tra la Chiesa e la parete rocciosa. Sul posto erano subito intervenuti (oltre ai soccorritori e le forze dell’ordine) il Sindaco Bruno Riva, il personale dell’Ufficio Tecnico e il Geologo. La strada era stata prontamente chiusa.

Ora, con una nota del 18 gennaio 2023, il Sindaco Riva informa i cittadini del fatto che le verifiche svolte in questo periodo hanno “evidenziato delle criticità aggiuntive che sono state oggetto di approfondimento da parte del professionista incaricato. In particolare è stata verificata la zona a nord della frana ed è stato riscontrato che sono presenti massi di grandi dimensioni la cui stabilità deve essere verificata e muretti a secco la cui posizione ne rende pericolosa la presenza. In sintesi occorre ripulire in modo mirato le zone a rischio e valutare le condizioni di stabilità di alcuni blocchi rocciosi con la progettazione per la messa in sicurezza.”

“Si tratta di una misura temporanea – aggiunge il Sindaco Riva – che però siamo costretti a mantenere fino a quando non ci saranno le condizioni di percorribilità in totale sicurezza.”

L’argomento era già stato oggetto di discussione a margine dell’ultima seduta di consiglio comunale, dove il Consigliere di Opposizione Paolo Coppo aveva dichiarato che quel tratto è di competenza della Città Metropolitana e pertanto il comune non avrebbe dovuto prendersi la responsabilità, poiché la difficoltà sarebbe nata proprio nell’avere la sicurezza di poter riaprire la strada. Il Sindaco aveva replicato che chiudere la strada in quel momento e, pertanto prendersi la responsabilità della messa in sicurezza, era la cosa più rapida e più giusta da fare.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img