martedì 7 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

CASELLE – “Il comandante di Auschwitz” sabato sera in sala “Cervi”

Lo spettacolo è previsto per le 20.45 di domani, sabato 21 gennaio, dove Walter Revello racconterà la figura di Rudolf Hoss, "Il comandante di Auschwitz"

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CASELLE – Il nome di Rudolf Hoss è di quelli che non si dimenticano. Nato nel 1901, a 21 anni si iscrive al partito nazista: nel 1923 viene condannato a dieci anni di carcere per aver ucciso, con Martin Bormann, destinato a diventare come lo stesso Hoss un gerarca nazista, un maestro elementare. È scarcerato grazie ad un’amnistia nel 1928. Nel 1934 si arruola nelle famigerate SS. Viene incaricato di costruire (e di dirigere) prima il campo di sterminio di Auschwitz e poi quello di Birkenau. È lui che mette a punto l’utilizzo dello Zyklon B nelle camere a gas per velocizzare lo sterminio dei prigionieri. Al termine della guerra assume una falsa identità per cercare di sfuggire agli inglesi che, però, lo catturano, senza riconoscerlo, e lo chiudono in un campo di prigionia per SS da dove viene, però, liberato. Per alcuni mesi riesce a farla franca, fino a quando le forze britanniche lo catturano di nuovo, questa volta riconoscendolo.

Al processo di Norimberga risponde con freddezza alle domande che gli vengono poste, raccontando nel dettaglio e senza emozioni il funzionamento del campo di sterminio, ripetendosi poi in un secondo processo davanti alla Corte Suprema di Varsavia. Viene condannato a morte per impiccagione: la sentenza viene eseguita il 16 Aprile 1947 davanti all’ingresso del crematorio di Auschwitz. La sua figura sarà raccontata da Walter Revello nello spettacolo “Il comandante di Auschwitz”, previsto per le 20.45 di sabato 21 gennaio in sala “Fratelli Cervi”. Nello spettacolo la figura di Hoss racconta la propria versione dei fatti, i suoi desideri e rimpianti, ricordando che la banalità del male risiede in ognuno di noi. Info e prenotazioni sul sito www.liberegabbie.org

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img