martedì 7 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

CANAVESE – Agliè, Castellamonte e San Giorgio: il programma del Natale della Reciprocità

Si parte lunedì 12 dicembre alle 17 ad Agliè

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CANAVESE – Fervono i preparativi per l’inaugurazione del “Natale della Reciprocità”: un calendario ricco di eventi promosso dalle Tre Terre Canavesane nell’ambito del “Festival della Reciprocità”, che si terranno dal 12 dicembre al 6 Gennaio. I comuni di Agliè, San Giorgio Canavese e Castellamonte, in collaborazione con Camera di Commercio di Torino, Confindustria Canavese, Città Metropolitana di Torino e Regione Piemonte hanno puntato sulle eccellenze artigiane della ceramica di Castellamonte e del vetro di Murano. Ispirati dal motto “dare senza perdere, prendere senza togliere” i maestri vetrai di Murano e i maestri ceramisti di Castellamonte hanno deciso di dare vita all’“Albero della Reciprocità”, un’installazione artistica unica nel suo genere dal grande impatto visivo e scenico. Alto circa 9 metri e con un diametro di 3, composto da circa mille tubi per un peso complessivo di 4 tonnellate, “I riflessi di vetro in un albero di Natale” del maestro vetraio Simone Cenedese, è stato ibridato da una serie di elementi di ceramica che rendono quest’opera d’arte simbolo autentico della collaborazione tra i migliori artigianati italiani.

Il progetto sull’artigianato di qualità della Ceramica di Castellamonte e l’artigianato d’eccellenza del Vetro di Murano nasce dalla riflessione sulle analogie che accomunano i due materiali, a partire dalla materia prima da cui essi sono generati.

Entrambi i materiali necessitano temperature elevatissime, tecniche finissime per la loro lavorazione e mani sapienti di artigiani che sappiano renderli unici. Si tratta di abilità artigiane eccezionali, un patrimonio di inestimabile valore da preservare e far conoscere.

Lo spirito dell’iniziativa e la sua portata verranno presentati il 12 dicembre alle 17 nel salone polifunzionale “Franco Paglia” di Agliè. Al dibattito “Arte artigiana: eccellenza del made in Italy” insieme a Marco Succio, sindaco di Agliè, Pasquale Mazza, sindaco di Castellamonte e Andrea Zanusso, sindaco di San Giorgio Canavese, parteciperanno Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia, Alberto Cirio, Presidente della Regione Piemonte, Dario Gallina, Presidente della Camera di Commercio di Torino, Paolo Conta, presidente di Confindustria Canavese e Simone Cenedese, maestro vetraio di Murano.

Alle 20,15 a San Giorgio Canavese in piazza Ippolito Sangiorgio si terranno gli eventi previsti per l’accensione dell’“Albero della Reciprocità”. Ad animare la serata, prima dell’inaugurazione, l’intervento musicale della “Corale delle Quattro Stagioni” di San Giorgio Canavese, mentre subito dopo l’accensione dell’Albero, si esibiranno le filarmoniche delle “Tre Terre Canavesane”.

Il terzo appuntamento di assoluto rilievo del cartellone è previsto il 17 Dicembre a Castellamonte. Qui alle 10,00 nel Centro Congressi “Martinetti” verrà inaugurata l’esposizione “Tra amorfo e cristallino, artigianato artistico” selezione di opere dei maestri artigiani di Murano e i maestri artigiani della Ceramica di Castellamonte. A seguire ci sarà un dialogo tra Giuseppe Calabrese, conduttore di “Linea Verde” e le fondatrici dell’Associazione “Elle Design” sul tema del “Design Thinking” che si concluderà con l’esperienza laboratoriale della ceramica animata dall’Associazione.

Nello stesso giorno, ma a San Giorgio Canavese, alle 15 ci sarà la partenza della ottava edizione della XmasRUN, la corsa dei Babbo Natale, mentre alle 20,45 in piazza Ippolito Sangiorgio si terrà il “Concerto Gospel” a cura del Greensleeves Gospel Choir.

Altra giornata di rilievo sarà Il 26 dicembre alle 16 ad Agliè nel salone polifunzionale “Franco Paglia” dove si terrà “La Tombolata della Reciprocità”, organizzata in collaborazione con la Pro Loco locale.

Il 6 gennaio, infine, i sindaci delle Tre Terre Canavesane saliranno sulla “Corriera della Reciprocità” e visiteranno i “centri delle fragilità” di Agliè, Castellamonte e San Giorgio Canevese per portare amicizia e doni alle persone anziane, sole e ammalate.

Per completare il quadro delle iniziative principali, sono state previste una serie di attività collaterali che animeranno l’intero periodo natalizio. Domenica 18 dicembre alle 14,30, invece, sarà la volta della BabboWalk di Castellamonte. Il 23 dicembre torna la musica a San Giorgio Canavese. Nel salone Falconieri la filarmonica “Franco Botta”, Elena Datta, Mary Ollearo e il trio d’archi diretti da Ivan Pagnone si esibiranno nel “Concerto grosso di Natale”. Il 28 dicembre nel teatro Teresa Belloc di San Giorgio Canavese sarà la volta dello spettacolo teatrale “Riparare il Mondo”, serata di lettura dei testi elaborati dagli allievi del laboratorio di scrittura teatrale di Laura Curino. Il 30 dicembre alle 21,00 infine, a Castellamonte si terrà il “Concerto di Capodanno” eseguito dall’orchestra filarmonica Melos diretta da Emmanuel Siffert.

Per Marco Succio, Sindaco di Agliè, Andrea Zanusso, Sindaco di San Giorgio Canavese e Pasquale Mazza, Sindaco di Castellamonte “fare rete e mettere in comune idee e risorse è il miglior modo per far crescere i territori. L’ investimento pubblico comune in cultura e il lavoro coordinato tra produttori, imprese turistiche, Amministrazioni comunali, Enti locali e associazioni di categoria rappresentano un modello di sviluppo dell’economia locale che è garanzia di crescita e sostenibilità di iniziativa di questo tipo nel lungo periodo”.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img