sabato 3 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

LOMBARDORE – Alpini paracadutisti in festa, domenica 20, per i 70 anni della nascita del reparto

Giornata particolare e densa di grandi emozioni quella che coinvolgerà Lombardore per questo importante traguardo raggiunto

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

LOMBARDORE – Giornata particolare, quella di domenica 20, per Lombardore che sarà bonariamente “invasa” per i 70 anni dalla nascita del reparto degli alpini paracadutisti. Il programma della giornata prevede alle 9 l’assembramento al monumento dei paracadutisti in piazza Don Lanterno e dalle 9.30 l’adunata, la cerimonia dell’alzabandiera e l’onore ai caduti, con la preghiera del paracadutista.

Il tutto accompagnato dalle note del corpo musicale Santa Cecilia di Agliè, e con l’intervento del diacono Giorgio Masseria. Dopo gli eventuali interventi delle autorità presenti la manifestazione si sposterà nel vicino salone polivalente per l’esposizione e la dimostrazione dei droni realizzati dalla Nimbus, e per l’esposizione di carabine per tiro a lunga distanza ad uso militare e sportivo realizzate dalla Bcm Europearms. Dalle 12.30 il trasferimento alla trattoria del Monferrato per il pranzo sociale. La quota di partecipazione è di 30 euro: le prenotazioni devono pervenire al numero 011/9956183. Nel pomeriggio, attorno alle 16, si torna al salone per la presentazione del libro “Nome in codice Ares” del Sergente alpino paracadutista Andrea Adorno, medaglia d’oro al valor militare (primo graduato dell’esercito ancora in vita e in servizio ad ottenere tale onorificenza) con la motivazione: «…nel corso dell’operazione “Maashin IV”, mirata a disarticolare l’insurrezione afghana, conquistato l’obiettivo, veniva investito con la sua unità da intenso fuoco ostile. Con non comune coraggio e assoluto sprezzo del pericolo, raggiungeva d’iniziativa un appiglio tattico dal quale reagiva con la propria arma all’azione dell’avversario. Avvedutosi che il nemico si apprestava ad investire con il fuoco i militari di un’altra squadra del suo plotone, non esitava a frapporsi tra essi e la minaccia interdicendone l’azione. Seriamente ferito ad una gamba, manteneva stoicamente la posizione garantendo la sicurezza necessaria per la riorganizzazione della sua unità. Fulgido esempio di elette virtù militari».

Presenta il Presidente dell’Associazione Paracadutisti del Canavese Pietro Borghesio, modera lo scrittore e docente all’Università di Pavia Gastone Breccia. Intervengono all’incontro il rappresentante del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti Ranger il Tenente Colonnello Rocco Ruscio, Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Paracadutisti, e la medaglia d’oro al valor militare Tenente Colonnello Gianfranco Paglia.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img