sabato 3 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

LEINI – Parte col piede sbagliato la nuova stagione teatrale

Inizia con qualche problema a livello di gestione la nuova stagione teatrale, che ha aperto i battenti nella serata di ieri, sabato 12 novembre

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

LEINI – Inizia con qualche problema a livello di gestione la nuova stagione teatrale, che ha aperto i battenti nella serata di ieri, sabato 12 novembre.

Succede che le vendite dei biglietti per il primo spettacolo non siano proprio all’altezza delle aspettative. Anzi, secondo quelli che ne sanno di più, gli spettatori previsti siano proprio pochini. Non certo per colpa di Federica Cifola, protagonista dello spettacolo di apertura “Mamma…zzo!!!”. Forse perché la scorsa stagione non aveva entusiasmato troppo. Forse perché aumentare il costo medio dei biglietti non è stata proprio un trovata eccezionale, vai a sapere. Per non trovarsi il teatro mezzo (o anche più di mezzo) vuoto, all’ultimo momento, o quasi, dal Comune ci si inventa una sorta di promozione, che ricorda da vicino il “prendi due paghi uno” dei supermercati.

In sostanza, i tesserati delle varie associazioni del territorio, per la prima serata della stagione, hanno diritto ad uno sconto, pagando cioè il biglietto intero come ridotto. E chi vuole il biglietto ridotto, allora può usufruire del “2×1”. Il che ha fatto nascere non pochi problemi. Primo tra tutti, il fatto che di questa promozione non si sapesse nulla. Non una comunicazione sul sito del Comune, non una comunicazione sulla pagina Facebook ufficiale. L’informazione è arrivata direttamente alle associazioni (via WhatsApp, via mail, via telefonata, anche qui vai a sapere). Ma non a tutte. E già sul criterio con il quale qualcuno è stato scelto e qualcuno no, qualcuno è stato informato e qualcuno no, ci sarebbe da ridire. Il secondo problema riguarda invece lo zoccolo duro del teatro: gli abbonati. Che hanno pagato la cifra intera, con buona pace di sconti e promozioni. E a questo punto varrebbe la pena chiedersi che senso abbia avuto aumentare il costo dei biglietti salvo poi abbassarlo nuovamente per attirare gente o, addirittura, regalare gli ingressi.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img