domenica 27 Novembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CUORGNÈ – Incendio tetto in via Arduino: danni ingenti e persone sfollate

L'accesso agli immobili danneggiati è stato interdetto; una delle persone sfollate ha trovato ospitalità presso familiari, due sono state momentaneamente alloggiate in hotel mentre la Comunità Mastropietro si è occupata di trovare una sistemazione alternativa per i propri ospiti

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CUORGNÈ – Potranno essere quantificati solo nei prossimi giorni gli ingenti i danni dell’incendio sviluppatosi ieri sera poco prima delle 21 in una palazzina situata in via Arduino 42 a Cuorgnè. Dai primi rilievi risultano quasi completamente bruciati tetto e sottotetto, così come la scala interna che collegava primo e secondo piano. Danni anche per l’appartamento sito al piano terra-primo. Sulle origini del sinistro sono in corso accertamenti.
Al momento dell’incendio i proprietari dei due appartamenti si trovavano fuori casa. A far scattare l’allarme gli ospiti della Comunità Mastropietro che occupano lo stabile attiguo a quello interessato dall’incendio.


Sul posto sono intervenuti immediatamente il sindaco, gli assessori Ambrosio, Troglia, Calanni ed il consigliere Felizia, unitamente al responsabile dell’Ufficio Tecnico geom. Malano ed al coordinatore della Protezione Civile Rocca.
“L’amministrazione ringrazia le numerose squadre dei Vigili del Fuoco (Cuorgnè, Rivarolo, Ivrea, Volpiano, Torino) il cui intervento ha consentito di evitare che le fiamme, sviluppatesi velocemente, si diffondessero agli stabili vicini.


Si ringraziano inoltre i Carabinieri del Comando di Cuorgnè, intervenuti unitamente al Capitano della Compagnia di Ivrea, ed il personale della Croce Rossa Italiana.
Sul posto anche gli operatori di Enel e Italgas che hanno provveduto ad isolare gli impianti di luce e gas dell’edificio danneggiato. Gli interventi si sono conclusi intorno alle ore 01.30.”
L’accesso agli immobili danneggiati è stato interdetto; una delle persone sfollate ha trovato ospitalità presso familiari, due sono state momentaneamente alloggiate in hotel mentre la Comunità Mastropietro si è occupata di trovare una sistemazione alternativa per i propri ospiti.
“Siamo sinceramente dispiaciuti per il grave danno occorso a queste famiglie, soprattutto alla coppia di cittadini che viveva all’ultimo piano che ha letteralmente visto andare in fumo in poche ore i risparmi e i sogni di una vita. Come amministrazione faremo tutto il possibile perché non vengano lasciati soli in questo difficile momento.”

LEGGI: CUORGNÈ – In fiamme il tetto di una palazzina in via Arduino (FOTO E VIDEO)

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img