lunedì 5 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CASELLE – Pino Masciari sarà cittadino onorario di Caselle

La decisione è stata presa all’unanimità nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, al momento di votare una mozione presentata dal consigliere di “Progetto Caselle 2027” Endrio Milano

CASELLE – Pino Masciari sarà cittadino onorario di Caselle, aggiungendo questa onorificenza alle tante che gli sono già state conferite nel corso degli anni. La decisione è stata presa all’unanimità nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, al momento di votare una mozione presentata dal consigliere di “Progetto Caselle 2027” Endrio Milano.

Mozione che prende le mosse da quanto sta accadendo in questi giorni al testimone di giustizia, che anni fa aveva denunciato gli uomini della ‘Ndrangheta e le sue collusioni col potere politico, e che per questo era stato costretto a lasciare la sua terra, la Calabria, e a iniziare una nuova vita sotto scorta. Scorta che, inspiegabilmente, gli è stata revocata: «E la revoca della protezione crea grande sconcerto, dal momento che su Masciari pende una condanna a morte da parte della criminalità organizzata, e non aiuta chi è impegnato in prima linea nel contrasto alla mafia – ha commentato Milano – La cosa inverosimile di questa vicenda è che il Ministero degli Interni ha chiesto a lui stesso di indicare quali possono essere i motivi per il proseguimento della protezione…

Masciari è stato tra i primissimi imprenditori calabresi ad opporsi con grande decisione alla ‘Ndrangheta, mettendo in pericolo non solo la sua vita, ma anche quella della sua famiglia: ed ora lo Stato lo ha dimenticato. Oggi pomeriggio, in accordo con il Sindaco Marsaglia, l’ho sentito e gli ho formulato l’invito ad essere qui con noi questa sera. Mi ha detto di ringraziare il Consiglio per quello che sta facendo, e di essere devastato per l’atteggiamento riservatogli dallo Stato. In questo momento sta ricevendo molte testimonianze di vicinanza, e molti inviti a partecipare a serate ed incontri ma, essendo senza scorta, si vede costretto a declinare l’invito». Con la mozione, oltre alla concessione della cittadinanza onoraria, il Consiglio comunale si è impegnato a chiedere le revoca immediata del provvedimento ministeriale, e il ripristino della protezione a Masciari e alla sua famiglia.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img