martedì 29 Novembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CIRIE’ – Il presente, e il futuro, della prevenzione senologica

Le iniziative di “Ottobre Rosa 2022” hanno fatto tappa anche a Ciriè che, sabato 29, in sala Consigliare, ha ospitato l’evento conclusivo del fitto calendario di appuntamenti

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CIRIE‘- Le iniziative di “Ottobre Rosa 2022” hanno fatto tappa anche a Ciriè che, sabato 29, in sala Consigliare, ha ospitato l’evento conclusivo del fitto calendario di appuntamenti.

Ad organizzare il convegno “Prevenzione senologica in era Covid”, l’S. C. di Radiologia di Ciriè-Lanzo, la Ssd Senologia dell’Asl To4 e il Corso di Laurea in Infermieristica, con la collaborazione della Breast Unit, delle Associazioni “Donna Oggi e Domani” e Lilt, la Lega Italiana Lotta di Tumori, e con il patrocinio del Comune di Ciriè (che con il suo Sindaco, Loredana Devietti, ha aperto i lavori) e dell’Asl To4.

Nel corso della mattinata, oltre alla presentazione della delegazione cittadina della Lilt, sono stati toccati numerosi temi: il ruolo del tecnico sanitario di radiologia nello screening mammografico; gli aspetti organizzativi e il ruolo della Breast Unit; le nuove tecnologie di diagnostica senologica, come le agobiopsie RM guidate e la mammografia con mdc nonché le novità nell’Asl To4 nel trattamento del tumore al seno da un punto di vista anatomo-patologico, chirurgico, oncologico e radioterapico. A chiudere gli interventi, e per alleggerire un po’ la mattinata, una carrellata nel mondo della storia dell’arte e del ruolo del corpo femminile nel corso dei secoli. «Nei saluti conclusivi – commentano gli organizzatori dell’evento – è stata sottolineata l’importanza di operare tutti in sinergia per la prevenzione, con l’impegno di fare rete sul territorio. I molti presenti avuto consapevolezza di una sanità pubblica che, nonostante tutte le difficoltà, è un’eccellenza sia per la prevenzione, sia per le cure offerte, sempre con attenzione alla persona e al suo sostegno affettivo-psicologico. Una consapevolezza non solo maturata “per sentito dire” ma, per molti dei presenti, per averlo vissuto in prima persona. Il che sarà d’insegnamento ai numerosi giovani studenti in infermieristica presenti».

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img