domenica 27 Novembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

BORGOFRANCO D’IVREA – Partenza di tappa del Giro d’Italia 2023

È arrivata la conferma

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

BORGOFRANCO D’IVREA – La voce era già circolata in maniera “ufficiosa” qualche giorno fa, ma oggi, lunedì 17 ottobre, in occasione della presentazione ufficiale del prossimo “Giro d’Italia” è arrivata la piena conferma che anche nel 2023 il Canavese sarà teatro di una partenza di tappa.
Dopo che nel maggio scorso toccò all’Alto Canavese, per la precisione Rivarolo, fare da teatro al grande momento dell’avvio di una delle gare della “corsa in rosa” targata RCS Sport, nel 2023 invece sarà il territorio eporediese ad essere scelto per un momento così importante come lo “start” di una delle prossime difficile competizioni che andranno a designare il nuovo “re d’Italia” delle due ruote.


Venerdì 19 maggio si terrà la Borgofranco d’Ivrea – Crans Montana, unico appuntamento dell’edizione futura che porterà la carovana dei ciclisti in gara fuori dai confini del Bel Paese. Si tratta, nello specifico, di un tappone alpino lungo il quale si scalerà il Colle del Gran San Bernardo (che sarà “Cima Coppi” di giornata con i suoi 2469 metri di altitudine), lungo ben 34 chilometri.


Tra i momenti decisivi della tappa il passaggio alla Croix de Coeur (lunghezza 15 chilometri, dislivello di 1350), altro passo over-2000, mentre dopo una seconda discesa di oltre 20 chilometri e dopo un breve piano, sarà la volta della salita finale a Crans Montana, che toccherà un versante inedito rispetto agli approcci consueti alla località turistica.


Sarà una delle quattro tappe considerate più insidiose del “Giro 2023” ed arriverà nella seconda parte della competizione, essendo di tappa la 13esima gara in calendario. Va detto che per quanto riguarda il passaggio dei corridori nella zona del Canavese, questo sarà ridotto, dato che dopo l’avvio da Borgofranco i concorrenti proseguiranno per Settimo Vittone, Quincinetto e Carema, per poi entrare in territorio valdostano.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img