venerdì 9 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

VOLPIANO – Scuole e amministratori in Sicilia, sui luoghi dove si combatte la mafia

Hanno raggiunto la Sicilia per partecipare ad una serie di incontri con persone e associazioni che della legalità hanno fatto la propria bandiera e la propria ragione di vita

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

VOLPIANO – L’impegno dell’Amministrazione contro la mafia, e più in generale contro la criminalità organizzata, scrive un altro capitolo di un lungo percorso di iniziative, iniziato anni addietro, e che giovedì scorso, nell’ambito del progetto “Le regole per crescere liberi” ha visto una delegazione di alunni e insegnanti dell’Istituto Comprensivo volpianese, assieme al Sindaco Gianni Panichelli, all’Assessore Barbara Sapino e al Consigliere Christian Furlini raggiungere la Sicilia per partecipare ad una serie di incontri con persone e associazioni che della legalità hanno fatto la propria bandiera e la propria ragione di vita.

Volpiano in sicilia no mafia 2

Accompagnata da Dario Riccobono e Antonio Vassallo dell’associazione “Addiopizzo”, la delegazione volpianese ha fatto tappa a Capaci, incontrando il sindaco Pietro Puccio e sostando prima alla casina “No Mafia”, la costruzione dove, nel 1992, era stata fatta esplodere la bomba che aveva ucciso il giudice Giovanni Falcone con la moglie e la scorta diventata un simbolo della resistenza contro la mafia, e poi al “Giardino della Memoria”, a ricordo delle vittime della criminalità organizzata. Da Capaci a Caccamo per incontrare il sindaco Franco Fiore e Nicoletta Scimeca, cittadina onoraria volpianese dal 2015 e titolare di una pasticceria aderente alla rete di “Addiopizzo”.

volpiano in sicilia no mafia 3

«Un’esperienza importante, educativa. Un passo importante per proseguire il percorso sulla legalità – commenta il primo cittadino Panichelli – Come importante è stato condividere una parte di questa esperienza con i miei colleghi dell’Amministrazione e i ragazzi della scuole di Volpiano. Doveroso rivolgere un ringraziamento ad “Addiopizzo” e a Nicoletta, che ci hanno permesso di conoscere sindaci impegnati in prima persona in questa battaglia per la legalità, che spero di avere in futuro ospiti in Piemonte. Un grazie anche all’Istituto Comprensivo e alle sue insegnanti per la mole di lavoro e la grande responsabilità che si sono sobbarcate e infine alle famiglie che, nonostante qualche apprensione, hanno permesso ai loro figli di vivere un’esperienza unica». «Come amministratori sosteniamo la scuola, che ha un ruolo fondamentale per formare cittadini onesti – ha aggiunto l’Assessore Sapino – La visita sui luoghi della strage di Capaci, l’incontro con le istituzioni locali e con Nicoletta Scimeca, che con la sua famiglia ha avuto il coraggio di opporsi alle estorsioni, ci hanno mostrato una Sicilia che si oppone con coraggio e si impegna quotidianamente per i propri ideali».

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img