martedì 27 Settembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

SAN MAURIZIO CANAVESE – Il bando per le iniziative rivolte ai minori del territorio

Le attività dovranno essere attivate nel periodo antecedente la ripresa delle scuole, e quindi dal 29 agosto al 16 settembre, in modo da dare un aiuto ai genitori che sono tornati al lavoro

SAN MAURIZIO CANAVESE – Il Comune è intenzionato a promuovere delle attività per sostenere le famiglie del territorio, anche attraverso opportunità educative rivolte al benessere dei ragazzi. Un provvedimento voluto per contrastare e favorire il recupero rispetto alle criticità emerse a causa dello stress pandemico sul benessere psico fisico e dei percorsi di crescita e sviluppo dei minori.

A promuovere questi progetti sono chiamati gestori di centri estivi o centri con funzione educativa e ricreativa per minori, che operano, o hanno comunque operato, sul territorio comunale con iniziative nell’ambito ricreativo ed educativo, e che ora possono presentare al Comune la propria manifestazione di interesse. Le attività dovranno essere attivate nel periodo antecedente la ripresa delle scuole, e quindi dal 29 agosto al 16 settembre, in modo da dare un aiuto ai genitori che sono tornati al lavoro.

L’Amministrazione si preoccuperà di informare le famiglie della varie possibilità offerte mediante la pubblicazione sul sito di una comunicazione dettagliata, metterà a disposizione gli spazi necessari ed erogherà agli organizzatori un contributo. Il gestore dal canto suo dovrà presentare un progetto suddiviso per fasce di età, turni settimanali e orari, e stabilire tariffe settimanali non superiori ai 90 euro, modulando la tariffa per le famiglie in considerazione del contributo che sarà erogato dal Comune. I progetti dovranno pervenire entro le 12 del 22 agosto agli indirizzi: protocollo@pec.comune.sanmauriziocanavese.to.it o istruzione@comune.sanmauriziocanavese.to.it assieme all’istanza, alla fotocopia del documento di identità del legale rappresentante dell’ente promotore, della copia dello Statuto e dell’Atto costitutivo, qualora non siano già agli atti in Comune.

Nella manifestazione di interesse dovranno essere indicati la denominazione e la sede del soggetto proponente, i locali in cui svolgere le attività (ed eventuali richiesta di spazi o locali comunali), la fascia di età dei bambini e ragazzi cui i progetti sono destinati. Tutte le informazioni del caso sono comunque reperibili sul sito del Comune.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img