sabato 4 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

FAVRIA – Sono 60 le sacche di sangue raccolte nella donazione odierna dal Gruppo Fidas di Favria

La prossima donazione, straordinaria, si terrà giovedì 18 agosto, dalle 8 alle 11.20, in via Barberis 6 nel cortile interno del palazzo municipale per proseguire poi venerdì 2 settembre

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

FAVRIA – Sono 60 le sacche che sono state raccolte durante la donazione odierna che si è tenuta presso la sede del Gruppo FIDAS ADSP di Favria.

“Ringraziamo tutti coloro che hanno donato il sangue perché con il loro aiuto oggi abbiamo raccolto 60 sacche, trovato un nuovo candidato ed eseguito due esami di controllo. Inoltre, abbiamo raccolto 4 sacche di gruppo 0 negativo, e abbiamo ricevuto delle donazioni anche di A e B negativo. Grazie a tutti i volontari,  all’equipe medica e al Centro Incontro Pensionati per la collaborazione. Grazie del dono, perché attraverso la donazione del sangue, essi ci aiutano a trasmettere un messaggio di condivisione e solidarietà” ha commentato soddisfatto il Presidente Giorgio Cortese.

Recentemente la Regione Piemonte ha sottoscritto e rilanciato con forza l’appello delle associazioni che invitano la popolazione a donare il sangue e il plasma, anche a causa del significativo calo degli ultimi tempi, dovuto alla pandemia con un ulteriore risvolto critico dovuto al fatto che medici ed infermieri si sono adoperati alla somministrazione dei vaccini anticovid per tutta la durata dell’ondata pandemica, non potendo essere disponibili per le donazioni.

“Abbiamo davvero bisogno di sangue, specialmente di gruppo sanguigno 0 negativo, ma anche A e B negativo. Devo però dire che  i nostri donatori hanno risposto molto positivamente. La donazione è indispensabile per coprire il fabbisogno ematico e la donazione periodica è la principale garanzia di sicurezza per il paziente che è certo di ricevere sangue proveniente da persone costantemente controllate, ma anche un modo affinché il donatore possa fare prevenzione attraverso il monitoraggio del proprio benessere fisico.

Ricordo a coloro che volessero diventare donatori che è necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni (60 per la prima donazione), pesare almeno 50 kg e avere un’emoglobina per donazione di sangue intero di 13,5 per gli uomini e 12,5 per le donne e un’emoglobina per la plasmaferesi di 12,5 per gli uomini e 11,5 per le donne, oltre a godere di un buono stato di salute.

Prima di ogni donazione il medico responsabile della selezione accerta che il candidato donatore possegga tutti questi requisiti al fine di preservare il ricevente. Il numero massimo di donazioni di sangue intero nell’anno non deve essere superiore a 4 per l’uomo e 2 per la donna in età fertile, con un intervallo minimo tra le due donazioni di 90 giorni. L’intervallo minimo tra due donazioni di plasma è di 14 giorni mentre tra una donazione di sangue intero e una di plasma è di un mese. Lo stesso intervallo è valido sia per la plasmaferesi  che per la piastrinoaferesi” illustra la Dottoressa della Fidas ADSP ODV Stefania Ghiougi.

La donazione sangue in periodo Covid si svolge tassativamente su prenotazione per evitare assembramenti e code nei locali di prelievo, oltre a gestire al meglio il lavoro dell’equipe medica. La prossima donazione straordinaria si terrà giovedì 18 agosto, dalle 8 alle 11.20, in via Barberis 6 nel cortile interno del palazzo municipale. Per informazioni contattare il 333.1714827.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img