giovedì 8 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CASTELLAMONTE – La Giornata della Pace con i ragazzi dell’Orfanotrofio di Mariupol (FOTO E VIDEO)

I ragazzi resteranno in Italia fino al 21 agosto; presenti all’evento diverse associazioni

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CASTELLAMONTE – L’occasione per ribadire quanto la collaborazione tra popoli sia fondamentale, soprattutto in un periodo delicato come quello che stiamo attraversando. L’opportunità per incontrarsi, parlare, stare insieme e anche scambiarsi doni che simboleggiano la fratellanza e l’unione.
Tutto questo, e molto di più, è stato rappresentato dall’incontro avvenuto nella sala consiliare del Comune di Castellamonte nella mattinata di sabato 30 luglio 2022 e che si va ad inserire all’interno della Giornata della Pace, che ha visto protagonisti le ragazze ed i ragazzi dell’orfanotrofio “Arca” di Mariupol, alcuni giovani provenienti dalla Polonia, nonché i tanti canavesani che hanno dato vita a questa iniziativa.


Alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale, il sindaco Pasquale Mazza, gli assessori Claudio Bethaz e Mariangela Bracco, nonché il capogruppo Alessandro Musso; presenti anche i rappresentanti de La Memoria Viva, i Vigili del fuoco e le associazioni di volontariato che hanno aderito al progetto, oltre alla diplomatica dell’Ambasciata di Polonia in Italia, Anna Kurdziel.
Nel corso dell’evento, salutato anche da un momento dedicato alla musica ed alla danza, è stato ribadito da tutti i presenti l’importanza dell’unione non solo tra i giovani, al fine di permettere un futuro migliore, che non sia macchiato dalla violenza e dai soprusi.
La “Giornata della Pace” è stata l’occasione per regalare ai ragazzi ospiti in Canavese sino al 21 agosto (per mezzo del patrocinio delle autorità locali e regionali italiane, nonché dell’Ambasciata della Polonia in Italia) un altro momento indimenticabile e positivo, ma anche per riflettere su quello che è stato fatto e su quel che resta da fare.

Tra le associazioni che hanno dato il proprio contributo fattivo alla riuscita dell’iniziativa l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Cuneo con il gruppo cinofili, l’Associazione Pompieri Senza Frontiere con il gruppo cinofili, l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Torino, con la collaborazione dei Distaccamenti di Castellamonte e Cuorgnè, con l’Unione Nazionale Associazione di Volontariato e Protezione Civile Sede Nazionale.
Da non dimenticare neppure i vari gruppi dell’associazione Dottor Clown Italia, la Promyczki Dobra di Nowy Sącz guidata da Andrzej Mulka, come del resto va rimarcata la piena collaborazione con le realtà locali, la Parrocchia e tutti coloro che hanno permesso di realizzare questo momento così riuscito e partecipato.


Per tutti, alla fine, il “premio” migliore è stato il sorriso dei giovani di Mariupol, oggi lontani dal conflitto, ma che hanno anche negli occhi l’orrore della guerra. Regalare a loro un po’ di serenità e gioia di vivere riempie il cuore e permette, davvero, di avere ancora un po’ di speranza nel genere umano.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img