mercoledì 10 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

VOLPIANO – “Con i nostri occhi”, per agevolare l’inclusione di bambini diversamente abili

Si tratta di una serie di libretti, scaricabili dal sito internet del Comune, realizzati dall’istituto comprensivo volpianese nell’ambito del modello di pedagogia dei genitori ideato da Riziero Zucchi e Augusta Moletto

VOLPIANO – Ciao, io sono Adele. Ma anche Alessandro, Claudia, Gabriele, Lorenzo, Siria. Sono i bambini protagonisti del progetto “Con i nostri occhi”, una serie di libretti, scaricabili dal sito internet del Comune, realizzati dall’istituto comprensivo volpianese nell’ambito del modello di pedagogia dei genitori ideato da Riziero Zucchi e Augusta Moletto.

Libretti in cui le famiglie dei piccoli alunni li presentano, li fanno conoscere ai loro compagni di classe, alle maestre, a chiunque li voglia conoscere. Indicandone, anche con alcune fotografie, il nome, il cognome, le cose che il bambino, o la bambina, ama fare, quelle che a causa della sua disabilità riesce a fare con difficoltà. I modi con cui è più facile comunicare, le cose che si possono fare per aiutarli. Quello che è necessario conoscere del piccolo protagonista del libretto e quello che lui, o lei, vuole raccontare di sé al prossimo.

«Crediamo che il modello della Pedagogia dei genitori sia un modello vincente, perché riconosce ai genitori un ruolo centrale nell’educazione del proprio figlio e nella rete di corresponsabilità che coinvolge scuola e famiglia. L’esperienza di questi anni ci rafforza nella  convinzione che sia una buona occasione per tutti, non solo per i genitori che affrontano quotidianamente i problemi della disabilità dei propri figli: tutti i genitori devono poter avere l’occasione di presentare i loro bambini con i propri occhi, perché ogni bambino è speciale e gli occhi di chi lo ha visto crescere nella realtà di tutti i giorni rappresentano un punto di vista imprescindibile», si legge sulla presentazione dei volumi.

«Gli scorsi anni più di venti famiglie hanno lavorato alla realizzazione del libretto “Con i nostri occhi” – commenta la dirigente scolastica Stefania Prazzoli – Quest’anno, forti del significato pregnante dell’iniziativa, siamo riusciti a coinvolgerne altre. Ma il progetto è andato oltre e sono nati in varie classi “gruppi di narrazione”, dove si esercita l’ascolto attivo, ci si confronta, si impara a crescere insieme e a diventare insieme genitori più attenti e responsabili». Il progetto è stato avviato nel 2015 ed è frutto di una collaborazione tra Istituto comprensivo di Volpiano, Comune di Volpiano, Unione Net e Asl TO4.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img