mercoledì 10 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

VOLPIANO – Patronale: volontà e impegno dei volontari più forti dei maltempo

Specialmente nella serata di giovedì scorso, quando il maltempo che si è abbattuto sulla zona ha colpito pesantemente anche la festa

VOLPIANO – Non si può certo dire che sia stata un’edizione della patronale poco movimentata, quella che si è appena conclusa.

Specialmente nella serata di giovedì scorso, quando il maltempo che si è abbattuto sulla zona ha colpito pesantemente anche la festa: «La serata si stava concludendo, e stavamo sistemando le ultime cose quando, all’improvviso, si è scatenato il finimondo – ricordo il presidente della Pro, Loco Mauro Brunello – Ci siamo aggrappati ai gazebo, cercando di salvate il salvabile, ma non c’era nulla da fare e quindi ci siamo messi al riparo. Alcuni degli addetti allo street food, rimasti al loro posto, oltre al danno alle strutture si sono anche infortunati. E dopo una ventina di minuti, quando il peggio era passato, siamo usciti: la devastazione. Mai visto una cosa simile.

Quello che non era stato distrutto era stato completamente spazzato via. Inutile dire che c’è stato un momento di sconforto. Poi però coi volontari della Pro Loco, i coscritti, i ragazzi dell’oratorio, quelli della Rock Cover Parade, le persone che ancora di trovavano in piazza e i ristoratori dello street food ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo sistemato quello che poteva essere sistemato. E il giorno dopo abbiamo proseguito l’opera, per essere regolarmente pronti ad accogliere le persone già nella serata stessa».

Un atteggiamento sottolineato anche dall’Amministrazione comunale: «La Pro Loco, assieme ai coscritti e agli operatori, ha fatto un enorme sforzo per permettere la continuazione della festa: a tutti loro il nostro sostegno e il nostro ringraziamento per l’impegno profuso». Impegno che ha dato i suoi frutti. «Le varie serate hanno avuto un ottimo risultato di partecipazione – aggiunge Brunello – La location di piazza Italia effettivamente si presta bene per ospitare la festa, e anche la scelta di abbinare alla patronale lo street food e le specialità regionali è vincente: da un lato alleggerisce il lavoro della Pro Loco, dall’altro garantisce ai visitatori una maggiore scelta».

Le pessime condizioni meteo di giovedì sera hanno anche complicato la vita della Rock Cover Parade, costringendo gli organizzatori a far salire sul palco solo domenica tre delle band in gara. Al termine delle esibizioni, la giuria ha assegnato il primo premio a The Bourbon Street, seguiti da The BabaLights e The Surf Riders. I premi individuali sono andati a Kevin Santoro di The Kidal, come miglior chitarrista; a Davide Vigna, sempre dei The Kidal, come miglior bassista; a Michele Spanu, di The BabaLights come miglior batterista; a Federico Filippini, dei The 5 Rookies come miglior tastierista. Isabella Stabia, dei The Surf Riders, si è imposta con il suo sax nella sezione fiati, mentre il riconoscimento per il miglior cantante è andato a Edoardo Melis, di The Soldout.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img