giovedì 18 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

IVREA – Lutto per la scomparsa di Luciano Filippi, coordinatore della Protezione Civile ANA

Aveva 73 anni. Le cause del decesso verranno stabilite dall’autopsia

spot_img

IVREA – Un fulmine a ciel sereno si è abbattuto sulla Protezione civile ANA di Ivrea: Luciano Filippi, coordinatore del nucleo, improvvisamente ha posato lo zaino a terra ed è andato avanti. La sua morte imprevista ha destato incredulità e costernazione non solo nell’associazione delle Penne Nere, ma anche fra tutti coloro (a cominciare dai sindaci dei Comuni canavesani che lo avevano conosciuto come ottimo organizzatore degli interventi di Protezione civile) che erano stati in contatto con lui.

Luciano Filippi è deceduto mentre era solo in casa, forse per un malore che gli è stato fatale. A fare la scoperta è stato il capogruppo di Ivrea- San Lorenzo, preoccupato dal fatto che da sabato pomeriggio e domenica non rispondeva più al telefono. Lunedì mattina è andato a casa sua e ha fatto la scoperta: Luciano era in terra senza vita, accanto aveva il decespugliatore che stava preparando per tagliare l’erba. Le cause del decesso saranno stabilite dall’autopsia.

Luciano Filippi aveva 73 anni e l’entusiasmo di un giovanotto. Pilastro del volontariato alpino, da nove anni faceva parte del Consiglio direttivo sezionale dell’ANA di Ivrea. Come referente della Protezione civile aveva coordinato gli interventi sia in caso di calamità naturali che durante la lotta alla pandemia, organizzando i servizi tanto per la l’assistenza agli hub in cui si facevano i tamponi per accertare la presenza del Covid, quando come supporto alla campagna vaccinale intrapresa dai vari Comuni nelle strutture sanitarie.

I funerali si svolgeranno nella chiesa di San Lorenzo, con partenza dalla sede della Sezione ANA di Ivrea, via Degasperi 1, dove verrà organizzata un sorta di camera ardente. Il presidente sezionale Giuseppe Franzoso e tutto il Consiglio direttivo sezionale esprimono il loro cordoglio per la scomparsa di un Alpino (con la A maiuscola) e sono vicini al dolore dei familiari.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img