venerdì 27 Gennaio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

LOMBARDORE – Il Consiglio ritorna in presenza, nel sotto scuola

Pochi i punti in discussione, alcuni dei quali approvati all’unanimità e comunque senza polemiche di sorta tra le parti

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

LOMBARDORE – Un Consiglio, così come nella tradizione recente di Lombardore, scivolato via velocemente, con i punti approvati uno dopo l’altro senza soluzione di continuità, quello andato in scena la scorsa settimana. Finalmente, di nuovo, in presenza, nel rinnovato sotto scuola, e non più a distanza come la pandemia aveva costretto a fare.

Pochi i punti in discussione, alcuni dei quali approvati all’unanimità e comunque senza polemiche di sorta tra le parti.

Tra i temi portati all’attenzione dell’assemblea, il progetto della rete dell’acquedotto della Valle Orco, ideato da Smat per mettere in sicurezza l’approvvigionamento idrico nella zona del Canavese per i prossimi decenni. Una rete di condotte di oltre 140 chilometri e che interesserà nel suo percorso molti Comuni, compreso Lombardore: le tubazioni correranno lungo la vecchia 460 per poi piegare verso Rivarossa, in aree che non presentano alcuna controindicazione, ragion per cui il Consiglio ha dato il suo benestare alla realizzazione dell’opera sul suo territorio.

Novità anche per il traliccio di strada Ronchi: la struttura non si sposterà di un millimetro, né sarà cambiata di una virgola, ma cambierà il modo con cui sarà corrisposto il “disturbo” al Comune. Non più come affitto ma come diritto di superficie: il che garantirà una maggiore entrata per le casse comunali, ma di contro farà si che eventuali operatori ospitati dal gestore sul traliccio stesso non comporteranno un incremento della quota di affitto.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img