mercoledì 4 Agosto 2021
mercoledì, Agosto 4, 2021
spot_img

SAMONE – Truffano una pensionata: inseguiti e arrestati (VIDEO)

Recuperata la piccola cassaforte con la refurtiva che è stata restituita alla pensionata

SAMONE – Si fingevano dipendenti dell’acquedotto o agenti di Polizia Locale, per truffare gli anziani e sono stati arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Ivrea. Sono due cittadini di etnia sinti: R.L. di anni 43, celibe, operario, pregiudicato e R.R. di anni 39, celibe, disoccupato pregiudicato, fuggiti a bordo di un’autovettura dopo aver derubato, tramite raggiri, una pensionata.

È accaduto ieri mattina, a Samone, quando i Carabinieri della Centrale Operativa della Compagnia di Ivrea sono stati allertati per un furto all’interno di una abitazione, dove era stata segnalata la presenza di alcuni soggetti che, qualificatisi come dipendenti dell’acquedotto comunale e appartenenti alla polizia locale, con pretesto di dover verificare la presenza di metalli nelle condutture, dopo essersi introdotti nell’appartamento ed aver distratto l’anziana, le avevano rubato una piccola cassaforte contenente denaro e numerosi gioielli, dandosi poi alla fuga alla guida di una autovettura di colore scuro.

Dopo aver prontamente attivato le pattuglie in servizio perlustrativo nella giurisdizione, un equipaggio del Nucleo Radiomobile ha intercettato subito dopo, lungo la SP 222, il veicolo sospetto, con a bordo due soggetti che cercavano di allontanarsi a velocità sostenuta, e li hanno inseguiti.

La fuga si è protratta per diversi chilometri. I fuggitivi, giunti in prossimità del Comune di Banchette, hanno urtato improvvisamente contro un muretto sul ciglio della strada, abbandonando il mezzo e provando a dileguarsi a piedi, a questo punto sono stati inseguiti e raggiunti dai militari che hanno arrestati.

All’interno dell’auto è stata trovata la cassaforte in precedenza sottratta con tutta la refurtiva.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img